Coltelleria Collini Coltelleria Collini  Coltelleria Collini Facebook  Coltelleria Collini Twitter  Coltelleria Collini Instagram  Coltelleria Collini Google  Coltelleria Collini Youtube     ExtremaRatio Ti Rock Benchmade knives Takeshi Saji knives
Chi c'è Online
In questo momento ci sono, 106 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui


Moduli
· Home
· Cerca
· Messaggi Privati


Info Generali
Benvenuto, Anonimo
Login (Registrare)
Iscrizione:
più tardi: ulosug
News di oggi: 0
News di ieri: 0
Complessivo: 53328

Persone Online:
Visitatori: 106
Iscritti: 0
Totale: 106


Collini Steel


Benchmade


Hinderer Knives


Loyalty program


Forum coltelli, coltello, torce, spade: Forum

Coltelleria Collini :: Guarda l'argomento - Extrema Ratio Task C_test
Indice del forum » Test e Recensioni

Inserisci un nuovo argomento   Rispondi all'argomento
Extrema Ratio Task C_test Vai alla pagina 1, 2  Successivo
Argomento precedente :: Argomento successivo  
Autore Messaggio
martineden
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Mar 06, 2007
Messaggi: 1870
Località: Feltre (BL)

MessaggioInviato: Lun 07 Lug 2014-18:00 pm    Oggetto: Extrema Ratio Task C_test Rispondi con citazione

PREMESSA
Nelle ultime settimane ho avuto la possibilità di provare a fondo il coltello Task C prodotto dalla Extrema Ratio di Prato (PO).
Voglio presentarvi qui i risultati di questo test



I risultati del test ed i punteggi che ho attribuito si riferiscono all’uso che io faccio del coltello, vale a dire l’uso che ne può fare un utente civile ed un escursionista mediamente preparato ed attrezzato, in buone condizioni fisiche, con una discreta preparazione ed esperienza di outdoor.

Non sono un militare, pertanto questo test non prende ovviamente in esame l’uso come strumento di difesa o di attacco che un militare potrebbe fare di un coltello; questa precisazione è particolarmente importante per quanto riguarda i coltelli Extrema Ratio, che sono utilizzati da vari Reparti delle Forze armate nazionali ed estere.

IL COLTELLO
Il Task C è uno dei coltelli a lama fissa più piccoli della produzione Extrema Ratio. Nel suo sito, l’azienda toscana inserisce il Task C tra i coltelli back-up http://www.extremaratioknivesdivision.eu/italian/
descrivendolo come “studiato per tutti i lavori di taglio di uso quotidiano”.

Le specifiche del Task C, dal sito ER, sono le seguenti:
peso: g 200
lunghezza lama: mm 110
lunghezza totale: mm 212
spessore lama: mm 6,3
acciaio: Bohler N690 (58hrc)
impugnatura: forprene
finitura lama: brunitura mil-c-13924

LE PRIME IMPRESSIONI (punteggio 8,0/10)
I coltelli “back-up”, per definizione, hanno una funzione di riserva rispetto alla lama principale: entrano in funzione quando e se si rompe o si perde il coltello che si utilizza normalmente. Tuttavia, vi assicuro che quando uno impugna il Task C non pensa “che bel coltellino, lo terrò di riserva, nello zaino”. Il Task C infatti, pur essendo un coltello non grande, appare subito robusto e potente: con una lama lunga 4” e dallo spessore di ben 6,3 mm si ha l’impressione che possa benissimo assolvere la funzione di unico e principale coltello a lama fissa, per tutte le attività outdoor che vi possono venire in mente


Il look del Task C è quello tipico, militare, cui ci ha abituato da tempo Extrema Ratio: devo dire che mi piace, ha un aspetto marziale e allo stesso tempo originale molto accattivante. Ovviamente si tratta di un parere puramente soggettivo. Esiste anche una versione del Task C denominata Desert Warfare

Nota: apprendo da ER che, pur riportando ancora il sito ER le fotografie delle versioni a lama dentata, le uniche versioni attualmente e in futuro disponibili del Task C sono esclusivamente quelle con lama a filo liscio.

LA LAMA (punteggio 7,0/10) E L’IMPUGNATURA (punteggio 8,0/10)
La lama del Task C è caratterizzata da un’arrotatura piana su entrambi i lati, e si avvale di un inusuale profilo reverse tanto: vedremo nel test sul campo come se la caverà. Un falso-controfilo impegna tutto il debole. Tra la parte affilata e l’impugnatura troviamo un incavo per l’appoggio dell’indice in presa avanzata: l’incavo è ben dimensionato, il dito indice trova un comodo alloggio anche per chi, come il sottoscritto, ha mani grandi (guanti misura XXL). Sul dorso lama una profonda godronatura permette l’appoggio del pollice per poter esercitare una maggior pressione in fase di taglio senza rischio dio scivolamento: la posizione è quella giusta, infatti impugnando il coltello in presa avanzata il pollice va a cadere giusto lì. E’ inutile invece l’altra godronatura presente sul dorso lama in posizione arretrata, la quale a mio parere ha solo una funzione estetica e quindi si poteva anche evitare; ma almeno non dà fastidio







Il Task C arriva dalla fabbrica ben affilato, taglia la carta senza problemi. C’è una microdentatura non visibile ad occhio nudo ma rilevabile dal taglio su carta, su tutto il filo, credo dovuta all’affilatura fatta in fabbrica con una mola a grana piuttosto grossa. Questa è una cosa corretta e che mi piace su un coltello del genere, che serve a tagliare anche materiali fibrosi



L’impugnatura è quella, in forprene, presente su molti coltelli Extrema Ratio: io la trovo comoda e ben dimensionata, in più ha il vantaggio di rivestire completamente il codolo quindi di assorbire bene impatti e vibrazioni, e non ci sono problemi di caldo o freddo. Ho letto spesso che alcuni preferirebbero nuove impugnature per i coltelli ER, anche perché considerano il forprene un materiale povero: può darsi, ma d’altra parte se una cosa funziona perché cambiarla? Comunque, sono andato a cercare le caratteristiche del Forprene sulla Rete, ecco cosa ho trovato:
• Forprene ®
• Elastomero Termoplastico Vulcanizzato (TPV)
Il Forprene® appartiene alla famiglia degli Elastomeri Termoplastici (TPE), ed in particolare a quella degli Elastomeri Termoplastici Vulcanizzati (TPV). È costituito da una fase elastomerica (EPDM Vulcanizzato Dinamicamente) intimamente dispersa in una matrice termoplastica di natura poliolefinica, che assieme originano una vera e propria lega plasto-elastomerica, caratterizzata da un elevato profilo prestazionale e da un’estrema semplicità di trasformazione. La matrice termoplastica consente al Forprene® di essere trasformato in modo semplice ed economico mediante le tecnologie tipiche dei materiali termoplastici e lo rende inoltre completamente riciclabile. La fase elastomerica invece gli conferisce le proprietà elastiche e la morbidezza tipiche di una gomma.
Sviluppato in un’ampia gamma di famiglie, il Forprene® offre una panoramica di caratteristiche eccezionali in un unico prodotto:
- un’ampia scala di durezze da 20 ShA a 65 ShD
- densità tipica <1 kg/dm3
- elevato ritorno elastico in un ampio intervallo di temperature
- ottima resistenza agli UV, all’ozono e all’invecchiamento atmosferico in generale
- temperatura di esercizio da -50°C a 125°C con punte fino a 145°C
- ottima resistenza a vari agenti chimici quali basi, acidi, alcoli, detergenti, soluzioni acquose, vari solventi polari
- ottima resistenza alla fatica
- elevato grado di isolamento termico ed elettrico
- buona resistenza all’abrasione
- reologia dedicata al tipo di processo
- adesione a caldo su polipropilene (PP)
- ottima colorabilità, per alcune famiglie di prodotto.
Insomma, se vogliamo discutere di costi e prezzi del prodotto finito possiamo farlo, ma il Forprene in sé a me sembra un buon materiale per l’impugnatura di un coltello.

Passiamo oltre: è interessante sul Task C la possibilità di smontare facilmente l’impugnatura, agendo sull’unica vite che la unisce al codolo passante, sia per effettuare la manutenzione e la pulizia del coltello che, in emergenza, per usare la lama come punta di una lancia. Riguardo quest’ultimo aspetto, molto discusso in quanto si ha concretamente la possibilità di perdere il coltello, ho letto recentemente, in un articolo riguardante la psicologia in ambito survival, che in ambienti popolati da grossi predatori, l’operatore, specie se da solo – un pilota abbattuto, un fante separato dalla propria compagnia, un escursionista disperso – il più delle volte non riesce mai a riposare perché il livello di ansia dato dalla preoccupazione di un attacco non cala abbastanza da consentirgli di rilassarsi. Bene, sembra che in questi casi fare una lancia primitiva collegando il coltello ad un lungo bastone (1,5 – 2 mt), crei nell’operatore la sensazione di poter “tenere il pericolo lontano”, consentendogli quindi qualche ora di sonno, cosa che, come sappiamo, è importantissima per la sopravvivenza. Si può fare una lancia anche appuntendo un bastone e temprandone la punta sul fuoco, però non sempre - specie in ambito SERE - è possibile accendere un fuoco, inoltre l’effetto sia pratico che psicologico pare che non sia lo stesso. Insomma, è un argomento interessante su cui ragionare ulteriormente, e ben venga la possibilità offerta dal Task C.
Lo smontaggio del manico si effettua in pochi secondi usando un cacciavite a testa piatta. Io ho usato quello del Victorinox che ho sempre in tasca il quale, pur risultando un po’ piccolo, è comunque sufficiente.





Sulla guardia inferiore e sul frangi-vetro del Task C troviamo due fori, utili per farvi passare un lacciolo da avvolgere intorno al polso, o fissare il coltello ad un bastone. Io mi sono divertito a realizzare una D-guard molto semplice utilizzando tutti e due i fori, una soluzione che mi ha dato la possibilità di impugnare ancora più saldamente il coltello






IL FODERO (punteggio 7,0/10) E LE MODALITA’ DI PORTO (punteggio 7,0/10)
Passiamo al fodero ed alle modalità di porto del coltello. Il fodero, in un materiale simil-kydex, è compatto e robusto, ed è dotato di un sistema di attacco tek-lock che si apre agendo prima sulla sicura in acciaio, poi sulla leva in plastica (per chiuderlo si procede al contrario, prima la leva di plastica poi la sicura in acciaio). La procedura di apertura/chiusura è quindi un poco laboriosa, ma a mio parere è compensata dall'impossibilità pratica che il tek-lock si apra involontariamente con la conseguente, disastrosa, perdita del coltello









Il fodero del Task C è adatto sia all'uso con attacchi di tipo M.O.L.L.E., per il fissaggio a zaini/tracolle, sia per essere agganciato ad un cinturone, alto fino a 6 cm. In quest’ultima modalità però l’impugnatura viene a trovarsi piuttosto in alto rispetto alla linea di cintura, una cosa che a me non piace perché se l’operatore cade o scivola c’è la concreta possibilità di farsi male al fianco con il frangi-vetro posto sull'estremità dell’impugnatura stessa. Mi piacerebbe quindi che ER dotasse il fodero di un passante per portare il coltello più in basso sul fianco, con il frangi-vetro alla stessa altezza della cintura o appena sotto di essa. Detto questo, il fodero in dotazione trattiene molto bene il coltello, grazie alla conformazione delle due labbra che premono con forza sull'impugnatura in fase di chiusura; e tuttavia l’estrazione del coltello rimane facile, basta tirare con decisione per far uscire il Task C dalla sede. Sul fondo del fodero troviamo ben quattro piccoli fori, utili per il drenaggio dell’acqua e la dispersione dell’umidità. Il coltello pesa 200 grammi, a cui vanno aggiunti circa 100 grammi per il fodero: si tratta di un peso totale ragionevole, tra l’altro ben equilibrato, che non grava particolarmente sull'operatore durante il trasporto e gli spostamenti












IL TEST SUL CAMPO
Il test si è svolto nel corso di due trekking da due giorni l’uno lungo i sentieri del Cadore, nel comprensorio costituito dalle Tre Cime di Lavaredo, il Monte Piana, il Lago di Misurina e il Lago di Auronzo. Si tratta di un territorio tipicamente alpino, con frequenti corsi d’acqua, laghi, estese zone boscose e prative fino ai 1800-2000 mslm, poi la roccia diventa padrona incontrastata del paesaggio. Il trekking si è svolto tra boschi, laghi, torrenti, con alcuni passaggi tra le malghe e attraverso piccoli centri abitati (Auronzo, Misurina). Abbiamo dormito in camper e nei rifugi. Il meteo è stato, per questa zona e questo periodo, abbastanza clemente, con alcuni temporali sparsi e temperature che, anche a 2400 mt, sono scese a 0 gradi ma non sotto. Quella delle Tre Cime e dintorni è una zona molto frequentata (Cortina è a 20 km), ma basta uscire dai sentieri principali e a volte si cammina per ore senza incontrare anima viva. Inutile dire che gli scenari naturali qui sono, in genere, a dir poco meravigliosi








INTAGLIO SU LEGNO (punteggio 7,5/10), LAVORI DI PRECISIONE (punteggio 7,5/10), PREPARAZIONE DEL CIBO (punteggio 6,0/10)
Il Task C, pur essendo spesso ben 6,3mm, svolge molto bene i lavori di intaglio su legno, quasi fosse un coltello nato per il bushcraft. Io ci ho fatto tagli a V, punte, arrotondato estremità, spelato e scortecciato, insomma di tutto: non solo non ho avuto problemi, ma mi sono divertito. La lama del Task C penetra bene le fibre del legno, e l’impugnatura ben dimensionata aiuta nell’esercitare una buona pressione. Un’altra nota di merito per l’impugnatura è data dal fatto che permette vari tipi di prese, compresa quella “al petto”, nella quale ruotando di circa 90° il coltello verso l’esterno si sfruttano i muscoli dorsali per fare punte o intagli che richiedono una forte pressione. Dove invece il notevole spessore della lama si fa sentire negativamente è nel taglio del cibo, che risulta sempre poco preciso. Non ci sono problemi a porzionare pane, carne, verdura, frutta, ma io ho sempre ottenuto risultati “rozzi”, probabilmente anche a causa della mia imperizia, comunque la sensazione che mi ha dato il Task C in questa attività non è stata delle migliori



















BATONING (punteggio 8,0/10) E CHOPPING (N.A.)
Con un coltello di dimensioni compatte come il Task C fare del chopping vero e proprio è fuori discussione: io ci ho tagliato dei rami del diametro di un paio di centimetri senza problemi, si tratta di chopping per modo di dire, comunque è un’operazione possibile su rami di piccolo diametro. Passando al batoning, ho tagliato con questa tecnica alcuni rami di pino ed abete secchi del diametro di 4-5 cm: si tratta di legna dura e coriacea, non si tranciava con facilità. Il Task C ha dato buona prova di sé, non soffrendo affatto anche se sollecitato con forza – ho usato un batocchio piuttosto pesante – e mantenendo l’affilatura anche dopo aver tranciato le dure fibre del legno secco, Nessun segno di piegatura o schiacciamento del filo














PREPARAZIONE DEL MATERIALE PER IL FUOCO (punteggio 7,5/10), DI TRUCIOLI (punteggio 7,5/10), USO DEL FIRESTEEL (punteggio 5,0/10)
E’ quasi inutile sottolineare l’importanza – veramente primaria - che ha il fuoco. Con il fuoco ci si scalda, si cuoce il cibo, si scioglie la neve e il ghiaccio, si sterilizza l’acqua da bere, per non parlare dell’importanza psicologica che il fuoco ha. Ad esempio, con un fuoco potrei cuocere e mangiare in sicurezza le larve di formica presa da questo grande nido (che non ho toccato, si tratta di un’ipotesi)


Conoscendo le tecniche adeguate, quasi con ogni coltello è possibile preparare il materiale per un fuoco, ma non tutti i coltelli permettono di farlo agevolmente. Il Task C, per fortuna, si. Per fare un fuoco da campo, da accendere con una barretta di ferrocerio (o con un archetto, o a frizione), bisogna prima trovare o realizzare del materiale sottilissimo e secco da innescare con le prime scintille o braci, poi serve del materiale secco e molto sottile che prenda agevolmente fuoco con le prime fiammelle date dall’innesco, infine del materiale via via più grande che bruci producendo una buona quantità di calore nel tempo. Il materiale da innescare con le scintille della barretta è questa volta un lichene, la “barba di vecchio”, che raccolgo dai rami, poi realizzo con il Task C dei sottili trucioli che saranno il secondo stadio del mio fuoco, poi taglio e spezzo dei rametti, sempre con il Task C, che saranno il mio terzo stadio. L’area nella quale accendo il mio fuoco è – come sempre – adiacente ad un corso d’acqua, sia per motivi di sicurezza che per attingere l’acqua che dovrò bollire. La notte scorsa ha piovuto parecchio, la legna è un po’ umida e fa fumo, comunque dopo 10 minuti abbiamo il nostro thè. Il Task C si dimostra un valido strumento sia nel fare i trucioli che nel ricavare schegge e pezzi più piccoli per alimentare il fuoco, è maneggevole e tagliente, ben equilibrato ma anche potente. Per fare trucioli vorrei provare anche la versione con lama dentata, che sarebbe perfetta per questa operazione. Una nota negativa invece la vedremo dopo, e riguarda l’uso del firesteel.

















Come dicevo prima, il Task C non è l’ideale per usare la barretta di ferrocerio. Infatti, il dorso lama è smussato agli angoli, e l’acciaio è trattato superficialmente tramite brunitura: entrambe queste cose impediscono alla barretta di ferrocerio di produrre le scintille, anche se viene sfregata fortemente sul dorso del coltello. Bisogna quindi usare la barretta di ferrocerio sul filo del coltello, una cosa che non mi piace, ma che perlomeno funziona bene. Le scintille prodotte infatti sono molte e, per fortuna, i danni al filo sono pochi. In questo modo ho innescato direttamente sia dei trucioli che dei licheni
























ACCETTABILITA’ DA PARTE DEL PUBBLICO (punteggio 5,0/10)
Non mi stanco di dire che, a mio parere, questo aspetto è e sarà sempre più importante per chi il coltello lo vuole usare veramente, e non solo tenerlo in vetrina. Parlo ovviamente di utenti del mercato civile, i militari non hanno di questi problemi, anzi semmai il contrario. Per testare l’accettabilità del Task C da parte della gente che incontravo, l’ho attaccato esternamente al mio zaino: lungo i sentieri o nei rifugi le persone non ci hanno fatto caso, ma passando per i centri abitati ho notato più di uno sguardo di curiosità o, in qualche caso, di allarme e riprovazione. Peraltro, ho incrociato in un paio di occasioni Vigili e Carabinieri e non ho avuto problemi, credo perché si vedeva chiaramente da zaini, abbigliamento, scarponi, passo affaticato e facce sudate che eravamo escursionisti di passaggio, le cui uniche intenzioni bellicose si rivolgevano a bistecche di cervo, salsicce, polenta e patate, e quindi il porto era giustificato. In ogni caso, il Task C ha chiaramente un aspetto militareggiante e “tattico”, che se da un lato ha il suo fascino anche in ambito civile, dall’altro difficilmente lo rende ben accetto da parte del grande pubblico non appassionato di coltelli



CONCLUSIONI E SUGGERIMENTI
Con un punteggio medio finale di 7,0/10, il Task C ha superato piuttosto brillantemente il test d’uso a cui l’ho sottoposto

Di questo coltello mi piacciono particolarmente le dimensioni e il peso contenuti uniti alla robustezza ed alle capacità di taglio. Molto buona l’impugnatura, ideale per questo coltello e per l’uso escursionistico. Come per tutti i coltelli Extrema Ratio che ho provato e posseduto, anche sul Task C ho apprezzato le precise lavorazioni CNC della lama. Buona anche la progettazione generale del coltello, come anche quella dell’incavo per la presa avanzata e della godronatura sul dorso lama.
Con il Task C, Extrema Ratio ha nel suo catalogo un coltello molto valido per l’uso escursionistico, il bushcraft e il survival; mi permetto di suggerire quattro modifiche che lo renderebbero quasi perfetto per l’utenza civile. La prima riguarda il fodero, è ben realizzato in quanto a materiali e ritenzione del coltello, ma è scomodo e potenzialmente anche pericoloso se portato al fianco: servirebbe una versione dotata di asola amovibile per agganciarlo alla cintura portandolo basso sul fianco. Mi piacerebbe poi che il dorso lama fosse lasciato scabro, con gli angoli a 90°: così sarebbe utile sia per l’attivazione della barretta di ferrocerio che per altre operazioni quali la sfibratura di parti vegetali per ricavarne delle fibre. Sempre in quest’ottica, la brunitura è più dannosa che utile, e sarebbe da eliminare; ma per far questo bisognerebbe che gli utenti capissero che la passivazione della lama non è un sacrilegio, ma il normale processo di protezione che un metallo compie nei confronti degli agenti esterni. Infine, sarebbe utile una versione con un aspetto più “friendly”, magari con un’impugnatura color arancio, che desse al pubblico l’idea di un attrezzo e non di una potenziale arma.
Il Task C è un prodotto molto valido per tutti gli usi outdoor, il campeggio, l’escursionismo, il bushcraft e il survival; lo consiglio senza dubbio a chi cerca un coltello affidabile comodo ed efficiente, con un look tattico e aggressivo.


Alfredo Doricchi
_________________
Se vi piace il bushcraft e le attività outdoor in generale, vi invito a visitare il mio blog http://adoricchi.blogspot.it/
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Sile86
Esperto Forgiatore
Esperto Forgiatore


Registrato: Jul 23, 2010
Messaggi: 3153
Località: Treviso - drio el Sil

MessaggioInviato: Mar 08 Lug 2014-10:29 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Bella recensione in gran bei posti!!

Il coltello non mi dispiace ma il cugino Shrapnel per me ha linee molto più accattivanti.

A livello pratico credo che quella lama sheepfoot sia molto fruibile e renda il coltello un ottimo utility.....però credo ci siano dei difetti non da poco, come lo spessore esagerato......4mm sarebbero stati già molto più che sufficienti per un 4"!!..... e poi non mi piace il foro per la vite disassato e non svasato....quant'è lo spessore dell'acciaio tra il foro per la vite e il bordo inferiore del codolo lama?
_________________
Sono un viandante, un valicatore di monti...
Non amo le pianure e sembra che
non possa stare a lungo in un luogo.
Qualunque cosa mi riservi il fato o l'esperienza,
sempre dovrò camminare ed ascendere monti.
Non si può vivere che da come si è.
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Riddick
Maestro di spade e coltelli
Maestro di spade e coltelli


Registrato: Mar 09, 2007
Messaggi: 5215
Località: Lido di Venezia

MessaggioInviato: Mar 08 Lug 2014-10:37 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Trovo scomodo lo scalino dell'impugnatura ,e ad alcuni risulta stretto ,per esempio un mio amico quello del task grande non riesce neanche ad impugnarlo! Sorrisone

Poi la presa avanzata su un 4",con il choil stretto,se uno ha le dita grosse non riesce neanche ad utilizzarlo,anzi diventa al limite del pericoloso.



Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email MSN Messenger
stefanoventurelli
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Apr 29, 2008
Messaggi: 1564

MessaggioInviato: Mar 08 Lug 2014-10:50 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Bellissime fotografie (ma troppe!)! Bel panorama! Sorrisone Alfredo! Se non ci fossi tu a fare i test e le recensioni! Sorrisone

Tu dai dei punteggi ma non capisco in base a che parametri oggettivi di valutazione li attribuisci perchè, ad esempio io gli avrei dato dei punteggi mooooolto bassi. Nello specifico, il foro disassato che alloggia la vite del manico è un punto critico.Fatto così vicino al bordo può determinare rottura del manico stesso come è già accaduto. Chi l'ha progettato? Io darei un punteggio di 0/10. Che senso ha fare un coltello spesso 6.3 millimetri al centro per poi fare una punta tapered? Hai solo peso eccessivo su un coltello da 4 pollici.Bastava farlo 4 mm. Punteggio 3,5/10.
Presa avanzata con incavo,che senso ha? Perdi filo utile. Punteggio 3,5/10. Spessore al filo,dalle foto si vede chiaramente che non è affilato e che,come al solito,è troppo spesso. Punteggio 2/10 (un coltello nuovo che strappa la carta è pessimo). Affilatura, proveresti a togliere il filo al coltello con una lima o batterlo su una pietra per poi provare a riaffilarlo sul campo? Altrimenti del solo taglio del melone e dei soliti trucioli,comprenderai che non si possa giustificarne l'acquisto (estetica a parte,il melone e i trucioli li fai anche con un coltello Kaimano). Del resto,delle caratteristiche eccezionali da te elencate riguardo al Forprene, mi importa poco. Se proprio avessi bisogno del Forprene,al limite vado in escursione con un tubo della lavatrice che è fatto dello stesso materiale, così come del fodero,pare un foderetto di plastica come se ne vedono tanti. Quindi Forprene+ Fodero 5/10.
Secondo la mia valutazione il coltello raggiunge il punteggio di 2,3/10.
Potrei forse raggiungere il punteggio 3 o 4/10 perchè N690 è un acciaio dignitoso se temprato bene e la copertura (inutile ma fighissima) è veramente realizzata bene.
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
davide
Amministratore
Amministratore


Registrato: Sep 09, 2003
Messaggi: 7783

MessaggioInviato: Mar 08 Lug 2014-12:31 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Evidentemente lui ha dei criteri di valutazione soggettivi chiaramente differenti dai tuoi.. personalmente mi trovo più concorde con le sue opinioni che non con le tue.

Capisco che Extrema possa non stare simpatica a tutti, ma addirittura dare dei voti di 0/10 o di 2/10 mi sembra una chiara forzatura che non ha nulla a che vedere con l'obiettività.. altrimenti il 99.9% dei coltelli in commercio - secondo il tuo parere - avrebbe una media di 2/10

Se vogliamo essere obiettivi bisogna partire dal presupposto che la quasi totalità dei coltelli in commercio raggiunge globalmente la sufficienza. Poi ci sta che qualche prodotto sia più curato di altri e che alcuni siano concettualmente sfortunati, ma da qui al gridare allo scandalo ce ne passa.. anche perchè dai test non mi pare che questo piccolo ER abbia deluso in fase di escursione leggera.

Poi ognuno ha le proprie esigenze, i propri gusti personali e le proprie esperienze d'uso.. ma esagerare (sia in negativo, che in positivo) non è di nessuna utilità secondo il mio parere.
_________________
** COLTELLERIA COLLINI **
INSTAGRAM: http://instagram.com/coltelleriacollini<

Ultima modifica di davide il Mar 08 Lug 2014-12:37 pm, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Visita il sito dell'autore del messaggio
Ghiottone
Fabbro
Fabbro


Registrato: Feb 27, 2014
Messaggi: 297

MessaggioInviato: Mar 08 Lug 2014-12:34 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Coltello figo quanto scarsamente utilizzabile. Geometrie e spessori assurdi, praticamente più un cuneo che una lama.
La realizzazione invece mi sembra ottima, curata nei dettagli.
Nel cassettino o nella vetrina ce lo vedo bene, assieme ad uno Sharpnel, nell'utilizzo preferirei rivolgermi ad altro.
Le foto comunque sono bellissime e anche l'impegno per la recensione è sempre apprezzato. Sorriso
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
davide
Amministratore
Amministratore


Registrato: Sep 09, 2003
Messaggi: 7783

MessaggioInviato: Mar 08 Lug 2014-12:40 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Anche qui: mi dite come fanno ad essere assurde le geometrie dal momento che Task e Shrapnel sono gli unici due ER full flat da 6.3mm che tagliano e non hanno spessori assurdi?

Capisco mi parliate delle geometrie ottuse dei Fulcrum.. ma il Task ha un'affilatura di 20 gradi scarsi, meno ottusa di un Bark River Bravo 1 ad esempio.

A me ER non da nemmeno 1.- Euro per parlare bene dei suoi coltelli, sia ben chiaro, ma i vostri interventi sono gratuitamente senza senso.. quasi a rischio di scadere nel ridicolo.
_________________
** COLTELLERIA COLLINI **
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Visita il sito dell'autore del messaggio
Geronimo Apache
Fuciniere
Fuciniere


Registrato: Jul 06, 2013
Messaggi: 520

MessaggioInviato: Mar 08 Lug 2014-13:53 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Lo sharpnel è uno dei migliori fissi che ho usato.Dimensioni,peso,impugnatura...ottimo back up.Il filo tiene bene,a sopportato piccoli abusi,senza conseguenze...direi basta con le solite polemiche che durano da anni,dando disinformazione.ER ha fatto belle cose,e ha fatto anche qualche" minchiata",ma non in questo caso..
_________________
<em><strong>CURTOR  </strong> <strong>    </strong></em>
<em>「アイ·アム·レジェンド」</em>
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email
Riddick
Maestro di spade e coltelli
Maestro di spade e coltelli


Registrato: Mar 09, 2007
Messaggi: 5215
Località: Lido di Venezia

MessaggioInviato: Mar 08 Lug 2014-14:03 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Sarebbe interessante un confronto con un F1 fallkniven.
Sorriso
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email MSN Messenger
Ghiottone
Fabbro
Fabbro


Registrato: Feb 27, 2014
Messaggi: 297

MessaggioInviato: Mar 08 Lug 2014-14:25 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

davide ha scritto:
Anche qui: mi dite come fanno ad essere assurde le geometrie dal momento che Task e Shrapnel sono gli unici due ER full flat da 6.3mm che tagliano e non hanno spessori assurdi?

Capisco mi parliate delle geometrie ottuse dei Fulcrum.. ma il Task ha un'affilatura di 20 gradi scarsi, meno ottusa di un Bark River Bravo 1 ad esempio.

A me ER non da nemmeno 1.- Euro per parlare bene dei suoi coltelli, sia ben chiaro, ma i vostri interventi sono gratuitamente senza senso.. quasi a rischio di scadere nel ridicolo.

La proporzione tra lo spessore e la larghezza della lama non è giustificabile per nessun utilizzo di un piccolo coltello (per come la vedo io). Ok che è full flat, ci mancherebbe! Dalle foto il grado di affilatura sembra comunque più ottuso di 20 gradi scarsi, in particolare nella punta.
Non voglio a tutti i costi screditare ER, anzi ultimamente ci sono vari coltelli che mi piacciono. Il bravo 1 penso sia convesso e non lo vedo neanche tanto paragonabile( se dovessi sceglire tra i due non avrei neanche un minimo dubbio).
Mi fa piacere leggere che lo Sharpnel sia un ottimo fisso, è uno dei miei preferiti! Ma se mi dici che sono gli unici che tagliano e poi strappano la carta.... a cosa serve un filo del genere su una lama da 10cm? A farci batoning?
Purtroppo e vero su ER si dicono sempre le stesse cose e sembra che le si dica per partito preso ma non è così.
E' logico che mi riservo i pareri decisivi per quando potrò provare con mano ma per quel poco di esperienza che ho non credo che il mio parere possa cambiare più di tanto.
Comunque io sono qui per scambiare pareri e imparare, non credo che i tuoi interventi siano fatti per interesse anzi, tu almeno hai la fortuna di maneggiarli tutti i coltelli, noi solo alcuni.
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
stefanoventurelli
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Apr 29, 2008
Messaggi: 1564

MessaggioInviato: Mar 08 Lug 2014-16:53 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

davide ha scritto:
Evidentemente lui ha dei criteri di valutazione soggettivi chiaramente differenti dai tuoi.. personalmente mi trovo più concorde con le sue opinioni che non con le tue.

Capisco che Extrema possa non stare simpatica a tutti, ma addirittura dare dei voti di 0/10 o di 2/10 mi sembra una chiara forzatura che non ha nulla a che vedere con l'obiettività.. altrimenti il 99.9% dei coltelli in commercio - secondo il tuo parere - avrebbe una media di 2/10

Se vogliamo essere obiettivi bisogna partire dal presupposto che la quasi totalità dei coltelli in commercio raggiunge globalmente la sufficienza. Poi ci sta che qualche prodotto sia più curato di altri e che alcuni siano concettualmente sfortunati, ma da qui al gridare allo scandalo ce ne passa.. anche perchè dai test non mi pare che questo piccolo ER abbia deluso in fase di escursione leggera.

Poi ognuno ha le proprie esigenze, i propri gusti personali e le proprie esperienze d'uso.. ma esagerare (sia in negativo, che in positivo) non è di nessuna utilità secondo il mio parere.



Davide, che vuoi che ti dica, che mi sono rotto dei soliti inginocchiamenti alle aziende quando palesemente è il solito ER? Ecco il punto,tu pensi che esprimere il mio parere sia fare il bastian contrari quando invece è il parere soggettivo di un utente che vale tanto quanto quello del recensore. Conosco persone che lo hanno provato questo coltello e che in privato mi dicono le stesse cose che ho scritto io,senza astio, ma che in chiaro non se la sentono di esporsi. Ma di che stiamo parlando? Valutazioni fatte in base a che? A cosa? Secondo quale canone di esperienza si fanno tali valutazioni? Perchè,tu Davide non lo vedi il foro disassato? Il finger pensi serva? Pensi che sia davvero un coltello da escursione e che non serva solo a far pandant allo zainetto. Ma hai visto come taglia il cartoncino,nemmeno la carta! Il cartoncino! Batoning con un legno marcio che basta una pedata a rompere il legno e il taglio del melone?!?! E queste sono le prove che attestano che sia un coltello con punteggio di 7/10?!?!?!?! Ma scherzi?! Ma basta va... Però forse hai ragione,forse dovevamo scrivere tutti solamente una cosa nelle risposte: "E QUINDI?"
Mi arrendo, mi inginocchio anche io alla fine e che "+1", "Quoto", "Sbav Sbav", "Bello" siano nunc et semper....

Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Riddick
Maestro di spade e coltelli
Maestro di spade e coltelli


Registrato: Mar 09, 2007
Messaggi: 5215
Località: Lido di Venezia

MessaggioInviato: Mar 08 Lug 2014-17:06 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Ma non ho capito neanch'io le votazioni ,7 su 10 rispetto a cosa ?Qual'è un coltello di pari lunghezza che ha 10 su 10?
Il Mitchell? Sorrisone
A parte gli scherzi qualcuno può rispondermi?Su questa classifica dove sitrova l'F1 della fallkniven piu' o meno di 7 su 10?Perchè per me è migliore del tusk C .
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email MSN Messenger
Sile86
Esperto Forgiatore
Esperto Forgiatore


Registrato: Jul 23, 2010
Messaggi: 3153
Località: Treviso - drio el Sil

MessaggioInviato: Mar 08 Lug 2014-17:58 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

davide ha scritto:
Anche qui: mi dite come fanno ad essere assurde le geometrie dal momento che Task e Shrapnel sono gli unici due ER full flat da 6.3mm che tagliano e non hanno spessori assurdi?

Capisco mi parliate delle geometrie ottuse dei Fulcrum.. ma il Task ha un'affilatura di 20 gradi scarsi, meno ottusa di un Bark River Bravo 1 ad esempio.

A me ER non da nemmeno 1.- Euro per parlare bene dei suoi coltelli, sia ben chiaro, ma i vostri interventi sono gratuitamente senza senso.. quasi a rischio di scadere nel ridicolo.


Davide scusa, ma a te 6.3mm di spessore non sembrano assurdi per un coltello di 10 cm di lama? Ti pare che tagli bene? Non ti sembra assurdo che un coltello da 10cm e nemmeno full-tang pesi 200grammi (300 col fodero)?
_________________
Sono un viandante, un valicatore di monti...
Non amo le pianure e sembra che
non possa stare a lungo in un luogo.
Qualunque cosa mi riservi il fato o l'esperienza,
sempre dovrò camminare ed ascendere monti.
Non si può vivere che da come si è.
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Sergio (vecchio forgiator
Addetto al Maglio
Addetto al Maglio


Registrato: Apr 22, 2014
Messaggi: 84

MessaggioInviato: Mar 08 Lug 2014-18:00 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Sorrisone Sorrisone Sorrisone Mah.. Non commento..però belle le foto.
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
roby71
Fuciniere
Fuciniere


Registrato: May 06, 2012
Messaggi: 826
Località: Genova

MessaggioInviato: Mar 08 Lug 2014-18:54 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Io penso che ogniuno di noi sia libero di esprimere le proprie idee senza per questo "scadere nel ridicolo"...
Io non sono un'estimatore di ER ma non per questo ne parlo male a priori ci sono dei modelli (pochi ) che mi piacciono e altri no...il coltello in questione esteticamente mi piace ma non lo vedo molto come una lama da escursione...ovviamemte è solo un pensiero non avendo mai avuto l'occasione di provarlo..
@ martineden: ottima recensione come al solito...
_________________
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
davide
Amministratore
Amministratore


Registrato: Sep 09, 2003
Messaggi: 7783

MessaggioInviato: Mar 08 Lug 2014-20:55 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

stefanoventurelli ha scritto:
Davide, che vuoi che ti dica, che mi sono rotto dei soliti inginocchiamenti alle aziende quando palesemente è il solito ER? Ecco il punto,tu pensi che esprimere il mio parere sia fare il bastian contrari quando invece è il parere soggettivo di un utente che vale tanto quanto quello del recensore. Conosco persone che lo hanno provato questo coltello e che in privato mi dicono le stesse cose che ho scritto io,senza astio, ma che in chiaro non se la sentono di esporsi. Ma di che stiamo parlando? Valutazioni fatte in base a che? A cosa? Secondo quale canone di esperienza si fanno tali valutazioni? Perchè,tu Davide non lo vedi il foro disassato? Il finger pensi serva? Pensi che sia davvero un coltello da escursione e che non serva solo a far pandant allo zainetto. Ma hai visto come taglia il cartoncino,nemmeno la carta! Il cartoncino! Batoning con un legno marcio che basta una pedata a rompere il legno e il taglio del melone?!?! E queste sono le prove che attestano che sia un coltello con punteggio di 7/10?!?!?!?! Ma scherzi?! Ma basta va... Però forse hai ragione,forse dovevamo scrivere tutti solamente una cosa nelle risposte: "E QUINDI?"
Mi arrendo, mi inginocchio anche io alla fine e che "+1", "Quoto", "Sbav Sbav", "Bello" siano nunc et semper....


Di inginocchiamenti non mi pare di vederne, ho visto un parere soggettivo di chi ha usato un coltello per una piccola escursione e reputo più validi i suoi pareri rispetto a chi il coltello lo ha visto solo in foto, ma spara a zero.

Mi rendo conto sia difficile essere obiettivi nei propri commenti, io mi sforzo sempre.. dare 0/10 non è essere obiettivi, significa fare polemica gratuita: un voto simile non lo darei nemmeno ad un Virginia cinese da 12 euro e dare 0/10 non è libertà di esprimere un parere, è voglia di alimentare un flame.

È il solito ER? certo! Come ogni Busse è il solito Busse, ogni Fox è il solito Fox ed ogni Ka-Bar è il solito Ka-Bar.. e quindi? Quindi va di moda sparare a zero solo sugli ER..

Ti lamenti sulla qualità del test di Alfredo (e il melone, e i legnetti) e poi ti perdi via sul fatto che non tagli la carta a rasoio quando qualsiasi appassionato o abile utilizzatore come te sa che basta fare 2 passate di stropping per farsi la barba.. ma mi rendo conto che sia molto più importante e divertente fare polemica.

Del resto postare una foto a caso di un Extrema Ratio rotto fa proprio capire la qualità della totalità della loro produzione.. certo.. molto maturo ed obiettivo. Tu si che conosci la verità e non hai paura di condividerla con noi tutti.

Grazie, bravo, +1, complimenti, per fortuna che ci sei tu a raccontarci la vera verità assoluta.
_________________
** COLTELLERIA COLLINI **
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Visita il sito dell'autore del messaggio
davide
Amministratore
Amministratore


Registrato: Sep 09, 2003
Messaggi: 7783

MessaggioInviato: Mar 08 Lug 2014-21:07 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Sile86 ha scritto:

Davide scusa, ma a te 6.3mm di spessore non sembrano assurdi per un coltello di 10 cm di lama? Ti pare che tagli bene? Non ti sembra assurdo che un coltello da 10cm e nemmeno full-tang pesi 200grammi (300 col fodero)?


Personalmente, se dovessi scegliere un fisso da 10/11cm di lama da portarmi in escursione, rivolgerei la mia attenzione su almeno altri 5/6 modelli prima di guardare a questo Task.

Non lo trovo un brutto coltello, sicuramente uno dei più usabili e meglio realizzati della loro serie Compact, ma lo spessore è certamente importante, tende a penalizzare le doti di taglio, preferirei un acciaio che non fosse inox e l'impugnatura resta comoda solo a chi ha mani piccole.

Detto ciò.. 6.3mm sono assurdi? Dipende da chi lo usa, sicuramente trasmette solidità.

Taglia bene? no, di fabbrica gli ER non hanno filo a rasoio, ma non è colpa delle geometrie scelte. I Viper David hanno stessa lunghezza e stessi spessori, ma fanno la barba senza problemi.

200g. son tanti? anche questo è soggettivo e dipende da chi deve usarlo. tra un F1 da 150g e questo o un David da 200g alla fine le differenze non sono poi così sostanziali.

lo comprerei? personalmente preferirei un F1, un S1, un Enki, o un Golia, ma conosco tanti clienti che nonostante il mio parere e il mio consiglio hanno comprato un Fulcrum C o uno Shrapnel.. il mondo è bello perché è vario.

concludo dicendo che, come si può vedere, c'è modo e modo di fare critica ad un prodotto.. lo sparare a zero facendo i capricci e battendo i piedi in terra lo trovo poco utile in una comunità di appassionati che si basa sullo scambio obiettivo di opinioni.
_________________
** COLTELLERIA COLLINI **
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Visita il sito dell'autore del messaggio
Riddick
Maestro di spade e coltelli
Maestro di spade e coltelli


Registrato: Mar 09, 2007
Messaggi: 5215
Località: Lido di Venezia

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-7:37 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Davide ,non è soggettivo che gli ER arrivino affilati male e non è vero che due passate di stropping fanno la barba ,se vuoi ti posto un video di come ho dovuto farlo affilare (un task)con la levigatrice per farlo tagliare bene ,cosa che a mano la vedo dura riprodurre.Questo perchè a parte la geomentria del tagliente con un angolo aperto ,il filo si presenta lucidato e stondato ,percui bisogna riprenderlo per ricreare il filo acuto e tagliente.
Il discorso del foro sul codolo disassato ,non è soggettivo ,un ingegnere qualsiasi ti direbbe che si creano tensioni differenti,nel materiale,tra la parte sopra e quella sotto .Difatti si vede nella foto che che ha ceduto proprio in quel punto.Nel caso del tasc C si cui stiamo parlando ,magari non succede ,viste le misure totali ridotte che ne impediscono l'uso anzi l'abuso.Ma non ne sarei poi così convinto ,un paio di colpi di batoning potrebbero bastare ,sempre che non si taglio un legno marcio con un mazuolo marcio come ha fatto Alfredo.
I 6,3 mm ci possono stare ,se uno crede che il coltello così progettato sia piu' robusto ,ma in questo caso solo il codolo e una porzione di lama piccola hanno questa misura ,il coltello tende a sfinare abbastanza verso la punta rendendola poco robusta ,a che pro quindi partire da una barra di quello spessore per poi non mantenerlo?Il task grande quando l'ho usato ,l'ho piegato e poi raddrizzato proprio in virtu' della geometria tapered,certo è piu' lungo e flessibile ,nella proporzione.Percui torniamo sempre alla domando ,per cosa è stato progettato ,per andar per boschi?non credo ,percui perchè fare una recensione così ,che non fa risaltare le qualità ma anzi evidenzia i difetti?
Trovo difficile che Alfredo possa fare una recensione veritiera su un prodotto ER,visto che so che la medesima ditta quando manda i coltelli alle riviste perchè ne facciano una recensione ,poi li lascia al recensore in "omaggio"o come di dice a "gratis",percui può rimanermi il dubbio che sia una recensione accondiscendente?
Ciao
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email MSN Messenger
stefanoventurelli
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Apr 29, 2008
Messaggi: 1564

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-9:24 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Una foto a caso? Sai che se in un progetto ingegneristico si trovasse un foro realizzato così il progettista viene cacciato a calci in c**o?

Tu non sai se l'ho provato o meno ma si da il caso che abbia giocato con qualche ER,tu lo hai mai fatto? Prova a fare dei tagli di corda per strisciamento senza usare la parte seghettata e poi vediamo se taglia o meno e per quanti tagli soprattutto. Scusa tanto ma un coltello da 200€ che taglia male e che devo riaffilare è abbastanza paradossale ,non trovi? Un paio di stroppate dici? E poi fa i peli? Prova e fammi sapere se credi che sia così,io l'ho gia' fatto e non ti dico il risultato per non toglierti la suspance.

Io non alimento nessun flame,è solo che mi si mena per il naso quando è palese che questa "recensione" sia un "omaggio". Non sono più nemmeno recensioni,sono "cose" da rivista di coltelli che campa di pubblicità per cui il "volemosebbbene" è l'unico leitmotiv. Il punteggio poi lo trovo ridicolo. Dimmi perchè un fodero più pesante e ingombrante deve essere meglio di uno leggero. Dimmi perchè 6.3 mm "trasmettono solidità" (davvero siamo a questo?) quando poi faccio una punta finissima.
Dimmi quale coltello è 10/10.
Siamo proprio sicuri che sia io a non essere obbiettivo?

Davide leggi bene,non mi sono lamentato che non taglia la carta a rasoio, ho notato che la strappa è diverso. Per quanto riguarda il melone e i legni marci....davvero devo sparare sulla croce rossa?

Ancora,hai la memoria corta Davide,io ho giocato anche con i Busse...stessa roba. Troppo spessi e pesanti ,tagliano male (inconcepibile per un coltello)tranne i primi,quelli vecchi e sai perchè li fanno così? Perche' volete che "trasmettano solidità". Domanda e offerta condita con recensioni di esperti del web....

Maturo dici? Come quel melone? Spero proprio di no perdio! Sorrisone

Io non conosco la vera verità ma so riconoscere quando mi si prende per il c**o,è diversa la cosa!

Probabilmente nelle intenzioni questo coltello doveva premiare la penetrazione di punta e,essendo un coltello "militare" come tutti gli ER presumo che sia stato pensato per un unico scopo...non tagliare meloni,fare le solite punte e il batoning dei Puffi...

Grazie a te! +1, quoto,bello bello,sbav sbav....grazie che ci sei tu a tenermi sulla retta via!
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
davide
Amministratore
Amministratore


Registrato: Sep 09, 2003
Messaggi: 7783

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-11:14 am    Oggetto: Rispondi con citazione

PER STEFANO (saltare se non interessati)
Stefano, voglio essere onesto e schietto con te: anni fa ti trovavo simpatico, facevi video stupidi tagliando tutto quello che ti passava sotto mano e ti divertivi nel farlo; facevi commenti sarcastici, ma sempre divertenti e scanzonati.

Ora invece sei diventato di una pesantezza assoluta. Ogni volta che vedo un tuo post, anche senza leggerlo, so già a priori che troverò all'interno lamentele, polemiche, arringhe infinite su quanto tutti i coltelli facciano pena e su quanto tutte le persone si prostrino ai piedi delle aziende produttrici.

Da "lettore", francamente, tendo a saltare i tuoi interventi, tanto sono sempre uguali e sempre con lo stesso tono di gravità assoluta e gridano "al lupo, al lupo" in continuazione.

Purtroppo, però, come a te scrivono in privato di quanto facciano pena gli ER, a me scrivono in privato di quanto tu sia fastidioso.. cosa dobbiamo farci? Ognuno porta le proprie croci e quindi mi tocca leggerti.

PARLANDO DI COLTELLI
Detto ciò.. i coltelli si rompono? Certo, tutti. A volte è sfortuna, a volte è fatalità, a volte è uso improprio, a volte è un problema di materiali o costruttivo.

Ha senso postare una foto di un coltello rotto e gridare "al lupo"? No, affatto. Non risolvi nulla se non gettare il sasso e nascondere la mano.

Ha senso sbraitare dicendo che se un coltello si rompe il progettista viene cacciato a calci? Puro flame per fare il figo.

Un coltello da 200.- euro che non taglia è paradossale? Dipende.. sono poche le aziende che sanno far tagliare i propri coltelli, sono molto meno di quanto uno possa pensare e, credimi, ci sono coltelli ben più costosi di 200.- euro che non tagliano. Che facciamo? Andiamo con torce e forconi dalle aziende produttrici?

Perchè vogliamo coltelli pesanti e massicci? Io mica li voglio.. i clienti a quanto pare si.. il forum è qui per educare chi si avvicina a questo mondo e a dare giusti consigli. Consigli obiettivi che ho sempre cercato di dare mantenendo toni consoni ad una comunità di appassionati. Sta a noi far capire alle persone la differenza tra un utensile da taglio ed un feticcio da vetrinetta, ma non è con il tuo modo di fare che otterrai dei risultati.

Trovi ridicola la recensione di Alfredo? Perfetto, fanne una tu, produci dei contenuti anche solo la metà dei suoi e poi le confrontiamo discutendone per pagine intere. Sono prontissimo a rimettere in discussione ogni cosa e a sposare la tua causa difendendoti con la spada in mano.

Il il mio parere - obiettivo e non prezzolato - su questo ER l'ho dato, tu l'hai dato, inutile star qui a scornarci per vedere chi dei due ha ragione.. tanto nè io nè te ce lo porteremmo dietro per un'escursione no?

Se poi da una recensione vogliamo creare un "processo ad ER e a tutta la sua produzione" quello è un altro discorso e mi pare che sia tu che altri stiate volutamente imboccando questa strada, strada che con questa recensione non ha nulla a che vedere e che quindi può anche smettere di essere percorsa.
_________________
** COLTELLERIA COLLINI **
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Visita il sito dell'autore del messaggio
Dax-69
Addetto ai Forni
Addetto ai Forni


Registrato: Sep 12, 2008
Messaggi: 160
Località: Quartu S.E. CA

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-11:32 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Vista da fuori stà recensione e relativa discussione , puzza un pò di ....
vabbè il coltello ha un sacco di errori palesi , come lo spessore eccessivo al dorso , un foro
messo lì a caso , un affilatura ottusa (per forza di cose) , un impugnatura che lascia il tempo che trova , però è costruito con un ottimo acciaio , e visto che siamo in Italia .....
seguiamo l'andazzo e facciamo finta di non vedere , per non arrecar disturbo a questo o all'amico di quell'altro Indifferente
Trovo molto triste dare del grigio a ciò che è bianco o nero .
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email
Ghiottone
Fabbro
Fabbro


Registrato: Feb 27, 2014
Messaggi: 297

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-11:51 am    Oggetto: Rispondi con citazione

A parte le diatribe personali, credo che le critiche a questa recensione insegnino molto. I punti criticati praticamente dal 90% degli utenti che sono intervenuti potranno far ragionare un pò un novizio su cosa effettivamente valutare in un coltello.
Condivido in particolare quello che dice Riddick sull'affilatura, anche per mia esperienza con questo tipo di acciaio con un paio di passate di stropping non ci fai prorio niente ma neanche se avesse una geometria migliore, per carità! Arrabbiato
Anche un acciaio svedese della Kershaw tipo 8Cr etc etc. farebbe meglio.
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
davide
Amministratore
Amministratore


Registrato: Sep 09, 2003
Messaggi: 7783

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-12:14 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Ricapitolando..
* Errori PALESI
* Spessori ECCESSIVI
* Geometrie INGUARDABILI
* Affilatura OTTUSA
* Recensori PREZZOLATI

Ma ditemi.. avete le fette di salame sugli occhi o vi pagano per parlar male dei prodotti? Accusate chi scrive recensioni di inchinarsi alle aziende, ma a questo punto inizio a pensare che siate voi quelli che formano una coalizione per sparare commenti a casaccio.

Ma vediamole queste geometrie improponibili.. vediamole queste affilature ottuse, vediamo queste punte senza penetrazione e confrontiamole con coltelli di spessore inferiore, che ho preso a caso dalle nostre vetrine.



Fox Pro Hunter - 11cm di lama, 5mm di spessore



Lion Steel M2 - 9cm di lama, 4mm di spessore



Extrema Task C - 11cm di lama, 6.3mm di spessore






Ora, gentilmente, possiamo cercare di essere obiettivi?
_________________
** COLTELLERIA COLLINI **
INSTAGRAM: http://instagram.com/coltelleriacollini<

Ultima modifica di davide il Mer 09 Lug 2014-13:40 pm, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Visita il sito dell'autore del messaggio
Ghiottone
Fabbro
Fabbro


Registrato: Feb 27, 2014
Messaggi: 297

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-12:33 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Ho l'M2 in calmax e lo uso un casino, con questo veramente con due passate di sropping e ti ci fai la barba, per me uno dei migliori piccoli fissi che ho mai provato, anche lui ha il difetto che se hai mani grandi diventa scomodo.
Ho anche il pro hunter, versione in D2, mi piace ma non l'ho mai usato.
Se questi sono i concorrenti, si potrebbe fare una reale prova comparativa, basterebbe mandare a me l'ER e poi ci penso io Sorrisone
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Riddick
Maestro di spade e coltelli
Maestro di spade e coltelli


Registrato: Mar 09, 2007
Messaggi: 5215
Località: Lido di Venezia

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-12:46 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

"Un coltello da 200.- euro che non taglia è paradossale? Dipende.. sono poche le aziende che sanno far tagliare i propri coltelli, sono molto meno di quanto uno possa pensare e, credimi, ci sono coltelli ben più costosi di 200.- euro che non tagliano. Che facciamo? Andiamo con torce e forconi dalle aziende produttrici? "
Scusa Davide ma la Mora e la Hultafors che vendono coltelli economici e da usare come fanno a farli così taglienti mantenendo dei costi irrisori?Mi vuoi dire che vendi coltelli che non tagliano?Ma tu che li vendi avrai voce in capitolo con la fabbrica per richiedere il motivo percui non li possono affilare come dio comanda?Quei due coltelli che hai preso per paragonarli con il task ,hanno comunque geometrie sbagliate ,e ti dico che appena il filo non taglia piu' ,devi per forza di cose riprendetrlo con una mola o una levigatrice perchè lo spessore poco prima del filo è troppo "abbondante".
Sarei curioso di sapere da Alfredo se lo ha comprato appositamente per fare questa recensione.Resta comunque che probabilmente non ha mai provato dei coltelli che tagliano veramente se afferma questo "Il Task C arriva dalla fabbrica ben affilato, taglia la carta senza problemi",e oltretutto contraddice quello che affermi tu.
Sbaglio
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email MSN Messenger
davide
Amministratore
Amministratore


Registrato: Sep 09, 2003
Messaggi: 7783

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-13:16 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Out of the box sono pochi i coltelli che tagliano a rasoio.. così su due piedi mi vengono in mente solo gli Spyderco, i Sog, i Fallkniven, i Cold Steel, i Lion Steel ed i Viper. Altri tagliano, ma non a rasoio, altri strappano, altri non tagliano proprio.

Non so spiegarne il vero motivo.. volontà da parte dei produttori? Macchinari automatizzati per l'affilatura non adeguati? Geometrie errate? Scelte commerciali? Non credo c'entri il voler contenere i costi produttivi.. semplicemente credo che alcuni siano più bravi ed attrezzati di altri e posso ipotizzare che tante aziende privilegino l'estetica della lama a scapito dell'efficacia perché, per far tagliare certi coltelli, bisognerebbe sfinarli troppo e variare le geometrie delle unghiette di taglio e delle bisellature.

Sugli sportivi la mancanza è grave fino ad un certo punto, ma è triste vedere che moltissimi coltelli professionali da chef, out of the box, non hanno prestazioni degne di nota rendendo poco piacevole persino il tagliare un pomodoro.

Per fortuna noi abbiamo un laboratorio artigianale di affilatura, interno, che sa rimediare a qualsiasi problema o accontentare ogni esigenza, quindi non ci siamo mai posti grandi problemi..
_________________
** COLTELLERIA COLLINI **
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Visita il sito dell'autore del messaggio
stefanoventurelli
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Apr 29, 2008
Messaggi: 1564

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-13:31 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Quindi compro qualcosa che non funziona , devo portarla in officina a farla riparare e se si dice che non funziona è lesa maestà e "pesantezza".....mmmmmmmm....ma allora sono i modi o i contenuti che infastidiscono? Il dito o la luna? Forse è la coerenza? Mi ricordo di aver comprato da te un Boker, una volta. Ovviamente non tagliava niente e dovetti farlo ribisellare ex novo. Te lo scrissi o te lo dissi di persona ad una fiera, non ricordo più, e tu mi rispondesti una cosa tipo "Che pretendi da un Boker magari fatto in Cina....". Sai forse sono diventato pesante come dici tu....hai ragione,peso molto di più quello che mi si vende....
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
davide
Amministratore
Amministratore


Registrato: Sep 09, 2003
Messaggi: 7783

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-13:35 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Da questa discussione emergono palesemente due scuole di pensiero: chi vede il coltello come un mero utensile da taglio e ne ricerca unicamente le prestazioni e chi lo vede come un oggetto affascinante, di design, piacevole da possedere e da collezionare e che all'occorrenza sia anche in grado di dignitose prestazioni di taglio.

Il vostro limite - se mi permettete un commento - è dare per scontato che tutti la pensino come voi e che cerchino unicamente un valido strumento di taglio. Da questo limite nascono continue critiche a forme, materiali, acciai, spessori, punte, bisellature e trattamenti che vi rendono, agli occhi di chi legge, dei lamentosi incontentabili.

La mia posizione invece mi permette di abbracciare entrambe le visioni del coltello in modo distaccato ed obiettivo, non essendo io un mero collezionista nè un assiduo campeggiatore.

Vedo quindi ogni coltello nella sua doppia sfacettatura, sia di utensile che di oggetto fine a se stesso e questo mi porta ad accostarmi più serenamente ai prodotti di quanto non farebbe un "integralista".

Forse dovreste anche voi comprendere che ci sono esigenze di mercato, che ci sono gusti e persone da accontentare e che non per forza tutto deve essere sbagliato o da condannare.. in questo modo vi guastate solo sul divertimento e - involontariamente e puntualmente - lo guastate anche a chi ha una visione differente dalla vostra.
_________________
** COLTELLERIA COLLINI **
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Visita il sito dell'autore del messaggio
Riddick
Maestro di spade e coltelli
Maestro di spade e coltelli


Registrato: Mar 09, 2007
Messaggi: 5215
Località: Lido di Venezia

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-13:37 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Capisco che affilare richiede una certa perizia ,ma se le fabbriche non investono tempo e denaro affinche i loro coltelli non siano affilati correttamente ,non andrebbero premiate perlomeno nelle recensioni .Capisco anche che lo standar di affilatura non è uguale per tutti,ma in questo caso mi sembra che il coltello non tagli bene e dalle foto si vede.Quindi perchè dire che taglia bene a che pro?Facendo così si fa un'errata informazione e dubito che alle ditte interessi iniziare ad affilare correttamente se tanto come fanno adesso va bene lo stesso.
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email MSN Messenger
martineden
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Mar 06, 2007
Messaggi: 1870
Località: Feltre (BL)

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-13:49 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Non ho molto tempo per rispondere, quindi sarò conciso.

1. E' possibile trovare in rete foto di coltelli rotti di qualsiasi brand: significano solo che i coltelli si rompono come qualsiasi altro oggetto.

2. I punteggi che attribuisco ad un coltello nelle mie recensioni sono, ovviamente, soggettivi: come tutti i punteggi che vengono attribuiti in una qualsiasi valutazione. Questo non vuol dire che non siano obbiettivi e ragionati.

3. Non c'è un coltello che valga 10/10 a cui faccio riferimento nelle mie recensioni. Il Fallkniven F1 l'ho usato tante volte, ma non ho mai fatto una recensione attribuendogli un punteggio, che comunque così ad occhio non sarà mai di 10/10 perchè il Fallkniven F1 è un buon coltello ma non è esente da difetti.

4. Inginocchiamenti alle aziende, recensioni compiacenti ecc.: si vede chiaramente che non sapete di cosa parlate, d'altronde non avete mai fatto una recensione seria e quindi non potete. Le aziende/i maker forniscono gratuitamente del materiale solo a chi fa delle recensioni serie e valide, che illustrino in modo chiaro e completo il prodotto compresi i difetti, perché sanno che alla fine della fiera questa è la miglior forma di pubblicità, specie sulla Rete dove le bufale emergono molto alla svelta. E il recensore, se è bravo, quando riceve del materiale di buona qualità fa seriamente il suo lavoro, se invece il materiale è scadente o con evidenti difetti lo rimanda indietro senza recensirlo, spiegandone all'azienda il motivo, in modo che possa prendere provvedimenti e rimediare ai difetti. Ecco come funziona.

5. Il coltello in regalo dopo il test. Qui devo aggiungere una faccina Sorrisone perchè mi sono fatto una risata. Non so gli altri tester, ma io ho speso e spendo diverse migliaia di euro l'anno in coltelli, che cosa volete che mi importi di qualche coltello gratis in più soprattutto se è industriale. Scusate, non è per fare il "grande", ma le cose stanno così. Sapete qual'è la cosa veramente paradossale? Che a me che non frega niente i coltelli li regalano, e invece chi morirebbe per averne uno in regalo se lo deve comperare. Il mondo è ingiusto a volte.

6. Nessuno, ripeto nessuno di quelli che hanno criticato il Task C e la mia recensione sul Task C lo ha mai usato. Questo dovrebbe far riflettere chiunque legga questo thread.

7. Ho notato fin troppo spesso che Extrema Ratio viene criticata su questo forum a priori, quasi sempre senza cognizione di causa ma per sentito dire da altri o perché se ne è impugnato e provato un modello o due e non ci si è trovati bene. Trovo questo modo di fare sbagliato e ingiusto, perché dimostra chiaramente un'antipatia verso il brand che vi impedisce di avere l'obbiettività necessaria per discutere onestamente di un prodotto.

8. Concludo. Sulle critiche/dileggi ecc. rivolti a me come persona e al mio lavoro chiudo non uno ma tutti e due gli occhi, per il momento, ritenendoli motivati da un astio personale anzi da un acido che corrode dall'interno chi li fa. Ripeto, per il momento.

Saluti e buona discussione.
_________________
Se vi piace il bushcraft e le attività outdoor in generale, vi invito a visitare il mio blog http://adoricchi.blogspot.it/
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Ghiottone
Fabbro
Fabbro


Registrato: Feb 27, 2014
Messaggi: 297

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-14:00 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Senza stare a martoriare "questo forum", io di forum dove si tessono le lodi di ER non ne ho ancora visto!
Poi l'azienda è andata avanti lo stesso, nonostante nei forum sia tanto vituperata, forse proprio per i motivi che indicava Davide, ci sono diversi tipi di appassionati e bisogna imparare a rispettare tutti, anche chi certi coltelli non li concepisce prorio! Ko
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Riddick
Maestro di spade e coltelli
Maestro di spade e coltelli


Registrato: Mar 09, 2007
Messaggi: 5215
Località: Lido di Venezia

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-14:14 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Scusa Alfredo ma questa è una recensione seria?Taglio carta ,risultato pessimo ,batoning di un legno marcio con un batacchio marcio,taglio del melone con pessimi risultati ,due legnetti freschi appuntiti ,un paio di salamalecchi e la chiami seria?
Astio?A Roma ti direbbero "kittesen**la" Sorrisone
Ho usato il task senza "C" ,vediamo se trovo anche quello con la "C" che magari è tutta un'altra storia! Sorrisone
Ciao
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email MSN Messenger
ordn71
Apprendista Fabbro
Apprendista Fabbro


Registrato: Mar 07, 2011
Messaggi: 49

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-14:25 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Uno dei miei topic favoriti sui Fora sono proprio le recensioni. Tutte. Veramente. Penso che un appassionato che provi, sperimenti, giochi con i suoi attrezzi e condivida le sue esperienze, aspettative, gli entusiasmi e le frustrazioni sia il piu’ bel contributo. Quelle di Martineden mi piacciono. Le trovo piacevoli da leggere e arricchite da belle immagini. Certo, sono recensioni “da rivista”, ma per me utili, perche’ coprono le tipologie di escursioni ed il range di utilizzo che faccio anche io dei coltelli. Tutti gli escursionisti della Domenica (come me) che conosco e con i quali mi confronto, con i coltelli ci fanno piu’ o meno le stesse cose che descrive Martineden in modo cosi’ piacevole. Quindi, per me, le considerazioni da lui espresse di un siffatto utilizzo e in un siffatto contesto di un coltello, sono comunque utili ed interessanti.

E’ palese poi, per me almeno, che i recensori “professionisti”, ai quali - nella maggior parte dei casi - viene fornito gratuitamente un coltello nuovo a settimana (o al mese) con cui “giocare” (prestato o regalato che sia), non daranno mai dei giudizi completamente negativi o non stroncheranno mai in toto l’attrezzo oggetto della recensione. Tuttavia, il fatto di provare un coltello in un detrminato contesto, permette almeno di non poter chiudere entrambi gli occhi su difetti palesi o macroscopici in quello scenario e tipo di utilizzo. Questo non mi pare sia successo spesso e, anche io, generalmente, non percepisco, leggendo, “genuflessioni” di sorta a questa o quella azienda in nessuna recensione o presentazione di prodotti (tipo rubrica pro-contro). Sicuramente si ponderano i termini ed i toni delle critiche, cosa normale per chi collabora con o vende prodotti di questa o quell’azienda. Non credo che cio’ sia scandaloso o di difficile comprensione per la maggior parte delle persone. Il contrario, invece, mi pare succeda piu’ spesso e con molti meno riguardi.

I “voti” lasciano il tempo che trovano. Non lo dico in senso dispregiativo. Io non ho alcuna difficolta’ a capire che, chiaramente, sono valutazioni empiriche di un utilizzatore in un contesto, fatte avendo come Standard una personalissima “Idea Platonica” del coltello, un personalissimo “modello esemplare” o “paradigma”. Niente di male in questo, mi pare. Ce lo abbiamo in molti e tutti diverso, grazie al cielo.

Sono chiari, sempre per me almeno, il limite e la forza di queste recensioni. Qui si parla di piccole attivita’ di bushcraft e di escursionismo alla portata dei piu’. Ribadisco che il 90% delle persone che conosco, me compreso, si muovono in questo contesto. Chi pratica il survival vero, chi e’ militare in missione, chi e’ alpinista da K2, diver-saldatore professionista, etc. portera’ esperienze di utilizzo e di contesti diversi e le loro prove con gli stessi attrezzi potranno avere esiti diversi. E diversi saranno i giudizi. Per me sempre molto interessanti da leggere o vedere, ma poco utili all’atto pratico perche’ non mi trovero’, almeno volontariamente (purtroppo o per fortuna ), in simili situazioni. Per assurdo: un’ elegia o una stroncatura di un prodotto da parte di questo tipo di utenti per me e’ molto meno pesante e rilevante di quella fatta da un utente simile a me. E’ un po’ come con il TLD: su 1000 tiratori, troverai sempre lo sniper che spara con il Barret da 7000 EUR e lo Schmidt & Bender da 3000 EUR, da 2 km e che si e’ fatto l’Irak. Gli altri 999, come me, sparacchiano da 300 metri (anche perche’ i poligoni da 2 km non abbondano) con i Remington et similia. E di quelli parlano, si confrontano ed hanno in quelli interesse, capacita’ e passione. Non so se riesco a farmi capire, ma ci ho provato.

Io trovo molto utili le critiche se costruttive, contestualizzate e basate su esperienze pratiche dirette. Ad esempio: “Ho scuoiato un cinghiale utilizzando il Fulcrum. Il coltello evidenzia gravi carenze nella capacita’ di incidere e recidere la pelle. Sconsigliato per questa attivita, perche’: ...”. Oppure: “Ho usato l’F1 come punteruolo e ho rotto la punta. Sconsiglio di utilizzarlo in questo modo perche’: ...”. Poi, menomale che abbiamo sempre il cellulare, la macchina fotografica, la videocamera ( Sorrisone ), postiamo pure due immagini o un bel video, cosi’ gli altri appassionati si fanno una idea e produciamo insieme qualche ragionamento e commento utile. Utile sicuramente anche alle aziende produttrici, nell’ottica del miglioramento continuo, pur rimanendo sempre nel campo dell’empirico e delle esperienze soggettive. Queste critiche teoriche sulle forme, geometrie, biselli, fori, spessori, etc. sono per me un po' troppo da "esperti" e un tantino noiose. Prendi un coltello e fammi vedere cosa fa e cosa non fa e perche’ si o perche’ no. Il resto e’ noia. Se poi si hanno tempo, mezzi ed un forte interesse specifico, allora si puo’ commissionare ad un laboratorio accreditato un set di prove specifiche per valutare la qualita’ oggettiva di un attrezzo. Dall’ergonomia alla resistenza alla rottura. Mi risulta che qualcuno in passato lo abbia gia’ fatto anche qui, quindi niente di trascendentale. E su quelle prove, solitamente, non c’e’ molto da discutere: pass/fail; GO/NO-GO. Ipotesi: il foro disassato causa rotture. OK. Quante volte? A quali valori? In che condizioni? Si fa un campionamento scientifico e dei test scientifici. Risultato attendibile ed inequivocabile. Ipotesi accettata o respinta. La comunita’ di appassionati ringrazia. Il produttore pure e magari ti assume in Assicurazione Qualita’ o ti fa un cesto omaggio.

Inarrivabili per simpatia ed ironia comunque, tra i recensori, sono i famigerati “testers della grigliata”, che spuntano a tutte le latitudini e longitudini dell’orbe terraqueo. Sono quelli che “scendono in campo” una mezzoretta dopo pranzo (costatona di brontosauro annaffiata da un litro di rosso), in mimetica, e vanno giu’ in garage, in cortile o nel boschetto dietro casa e cominciano a pestare i coltelli come indiavolati su alberi sdradicati o ancora in piedi o sui ciocchi in legnaia con mazzette di ferro da 5 kg. “Ahhhhggrrr, mi sono sgravato. Ma c***o Anto’, mi s’e’aperto il manico, mi s’e’ piegato il codolo”. O i novelli Einstein, che si danno un tono scientifico quando tagliano cavi dell’alta tensione, bulloni e viti, mattoni o calcestruzzi in camicie bianco e maschera da Hannibal Lecter. I coltelli li lanciano dentro un televisore, ci sfasciano i monitor dei computers. O quelli che affettano quei millemila metri di corde come invasati. I commenti ai risultati sono magari poco scientifici ma spassosissimi: “Questo e’ una mmmierda”, “questo e’ una bomba, eccezzziunale verameeent!!!”, etc. E il coro a fare: “ooohhhh….!”, “Miiiiinchia!!!!”, “Miiiticooooo!!!!”, “+1 Quote”, etc. nelle varie lingue del mondo. Chiaramente tutte attivita’ assolutamente verosimili per il 90% degli appassionati e risultati di indubbia utilita’ ed interesse per chi i coltelli li usa non da Ramapithecus ma da Sapiens-Sapiens. Chi non si porta in escursione un bel mazzuolo di ferro da 3 kg? Chi non choppa ogni giorno su un bel calcestruzzo? Chi non affetta almeno una dozzina di bulloni alla settimana? No? Ma dai! Oh, ma sarai sfigato di brutto! E vai!!! Sbang, sbang, sbang! Schrang! c***o s’e’ rotto! Noooo! Brutta storia. Scialla bro’. Rimandaglielo un po’ alla BBBBusse ‘sta ciofeca. Mandaci l’assicurata pero’, no il pacco posta celere. All’opposto ci sono i maniaci della teca, gli Eremiti Camaldolesi della Lama, che i coltelli li conservano come l’ampolla del sangue di S.Gennaro (con rispetto parlando) e giu’ pagine e pagine di recensione su quale olietto per neonato o grasso per armi sia meglio per la conservazione della lama in acciaio super-iper-mega xyz e quale marca di carta forno sia piu’ indicata per avvolgere la reliquia. Quale pannetto in microfibra, di origine vegetale o sintetica sia piu’ idoneo per la lavanda dei piedi, ops! del manico, di un Sacro Randall del 1969. Discussioni sul niente cosmico, ma irrestibilmente divertenti. Con queste recensioni mi ci faccio sempre due ghignate veramente di gusto. Per me sono come il Benny Hill Show del coltello. Non sia mai venissero a mancare!

Un sorrisone oggi comunque me lo ha strappato la frase: “quelli che scrivono in privato perche’ non vogliono esporsi”. Ma parlare di coltelli che cosa e’ diventato, un affare da SISMI/SISDE? Va beh che c’avevate una Loggia D2…, pero’, dai, su! Scendiamo coi piedi... nel bosco, dai! Sorrisone

Su ER: io non sono un fan sfegatato del brand. Ho solo due coltelli, un BF2 tanto e lo Shrapnel. Da qualche anno ormai. Usati nei soliti contesti con modalita’ normali e avendone la giusta cura (uso, pulizia, manutenzione, conservazione). Tutti nella cesta in garage, cesta chiusa in plastica IKEA, ma in garage. Ne sono soddisfatto. Belli e utilizzabili. Credo che un grande pregio di ER (oltre ad essere una azienda Italiana con un buon livello di tecnologie ed industrializzazione, conosciuta e stimata anche all’estero) sia quello di avvicinare al mondo delle lame tanti nuovi appassionati ogni giorno. E questo, se siamo Italiani, ed onesti appassionati, non puo’ che farci un grande piacere. Del resto c’e’ chi, magari, partendo da giovanili infatuazioni per un Appegate diventa un designer di fama; un giovane fanatico di ER che non si perde un coltello della casa, negli anni diventa un collezionista esigente e raffinato con una collezioni da fare invidia ad un museo e del valore di migliaia di euro, un bambino che giocava con l’ Opinel del nonno e’ magari diventato, da adulto un maker di fama mondiale. E allora, perche’ no? Leggerezza ed ironia sempre. La passione non ha prezzo, per tutto il resto, Collini accetta svariate carte di credito.

Cosa? Ah si, ho un paio di giorni di ferie e si vede. Sorrisone

Saluti.
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
martineden
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Mar 06, 2007
Messaggi: 1870
Località: Feltre (BL)

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-14:33 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Riddick ha scritto:
Scusa Alfredo ma questa è una recensione seria?Taglio carta ,risultato pessimo ,batoning di un legno marcio con un batacchio marcio,taglio del melone con pessimi risultati ,due legnetti freschi appuntiti ,un paio di salamalecchi e la chiami seria?
Astio?A Roma ti direbbero "kittesen**la" Sorrisone
Ho usato il task senza "C" ,vediamo se trovo anche quello con la "C" che magari è tutta un'altra storia! Sorrisone
Ciao


Nicola mi daresti di nuovo, in PM ovviamente, il tuo n. di cellulare? Un mese fa ho perso il mio smartphone e con lui tutti i numeri. La tua risposta come tanti altri tuoi interventi degli ultimi tempi mostrano chiaramente che c'è qualcosa che non va. Ti ho forse offeso? Io non credo ma tutto è possibile, sei stato mio ospite a casa mia, non vedo che cosa possa essere successo per farti reagire così. Forse se ci sentiamo al telefono (faccia a faccia la vedo dura, siamo lontani), magari riusciamo a capirci.
_________________
Se vi piace il bushcraft e le attività outdoor in generale, vi invito a visitare il mio blog http://adoricchi.blogspot.it/
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Riddick
Maestro di spade e coltelli
Maestro di spade e coltelli


Registrato: Mar 09, 2007
Messaggi: 5215
Località: Lido di Venezia

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-14:39 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Alfredo non sono arrabbiato sono scazzato da queste recensioni ,mi sembrano delle marchette ,me lo aspetterei dai leoni ma non da te.
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email MSN Messenger
Geronimo Apache
Fuciniere
Fuciniere


Registrato: Jul 06, 2013
Messaggi: 520

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-14:40 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Bello,mi ricorda i vecchi tempi...

Ci sono molti pignoli vedo....Che sia perfetto personalmente non mi interessa...riesco a farci tutto il necessario senza problemi...come con l'F1 ,magari con qualche differenza che non ci faccio neanche caso...anzi si ,l'F1 taglia il melone più dritto,e la carta più netta,fa i peli al braccio meglio,e sbuccia la mela più velocemente,tutte caratteristiche fondamentali in escursione..Il peso di 200gr a volte mi rende stremato...portarsi dietro un peso simile è straziante,ad usarlo poi,mi vanno in cancrena avambracci e mani...Lo spessore è un problema..tagliavo un salame ed è rimasto incastrato,mentre con l'F1 più sottile ,e stato un giochetto da ragazzi...ecco la differenza sostanziale. Sorrisone Sorrisone
_________________
<em><strong>CURTOR  </strong> <strong>    </strong></em>
<em>「アイ·アム·レジェンド」</em>
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email
stefanoventurelli
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Apr 29, 2008
Messaggi: 1564

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-14:51 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Qui non si tratta di Astio ma di coerenza. Io ho usato un Fulcrum , un Ontos , e un'altro cosoER di cui mi sfugge il nome. Tutti uguali, come questo.Stessi "pregi" e se mi permetti, sono un esperto tanto quanto te. Questi ER li hai usati anche tu e hai sempre e costantemente evidenziato i "pregi" di cui sono afflitti. Poi sono comparsi i punteggi e le lodi con tante belle foto. Sinceramente non ti riconosco. Ma se ridevamo come dei pazzi a veder rimbalzare l'Ontos sul legno...una volta avresti detto che erano prestazioni imbarazzanti....sinceramente non ti riconosco.
Queste non sono recensioni e nemmeno tests. Sono passeggiate con il coltello ..... "Alfredo! Torni a bordo c***o!"

Sorrisone

Se non ci siamo noi,le tue recensioni muoiono dopo due post di cui il primo è "bello bello" e il secondo è "bei posti belle foto".

Per ricordarti i bei tempi (e per ricordarti di non prenderti troppo sul serio) ti metto la foto storica del nostro primo raduno in cui ci siamo tutti, io, Nicola, Zato, Strydog, Moreno....



Torna a bordo! c***o!
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Riddick
Maestro di spade e coltelli
Maestro di spade e coltelli


Registrato: Mar 09, 2007
Messaggi: 5215
Località: Lido di Venezia

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-14:56 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

A casa tua !!!"i feticisti"!!! Sorrisone
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email MSN Messenger
martineden
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Mar 06, 2007
Messaggi: 1870
Località: Feltre (BL)

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-14:59 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

@ordn71: ecco un utente che ha capito. Tra l'altro l'intervento, oltre che intelligente, è anche simpatico ed ironico. I mie complimenti (e buone ferie) a lui.

Ne approfitto per aggiungere alcune cose.

Io, come scrivo ormai all'inizio di molte mie recensioni, sono un utente "medio" - mi ha giustamente definito così ordn71 e sono d'accordo: faccio escursioni che moltissimi fanno, pratico un pò di bushcraft come molti atri fanno o potrebbero fare, lavoro almeno 5 giorni su 7 quindi non ho tempo nè energie per fare altro. A me va bene così. E vero anche che le mie sono recensioni "da rivista": non è un'offesa, a me piace leggere le recensioni sulle riviste, questo è il mio modo di scrivere, altri ne hanno di diversi, ognuno porta il proprio contributo.

Vorrei ora aggiungere una cosa sulle capacità di taglio di un coltello: io penso che vediamo le cose diversamente, da qui forse i fraintendimenti. Io non sono, l'ho detto altre volte, un fanatico dell'affilatura. Datemi una diamantata a grana grossa, una a grana media, e io sono contento. So bene che ci sono anche i "fan" delle affilature estreme, gente che ama veder fare i trucioli ad un capello altrimenti non è contenta. Io no, tra l'altro l'argomento mi annoia nel senso che non vedo dove porti concretamente. D'altronde per quello che serve a me un coltello, quando arriva affilato dalla fabbrica, nel 90% dei casi è già buono, e quindi lo dico nelle mie recensioni (andate a controllare). Ripeto, per i miei usi, escursionismo, intaglio del legno, taglio di cibo, di corde, ecc. il Task C è arrivata dalla fabbrica ben affilato, come d'altronde quasi tutti i coltelli che ho provato. Lo so anche io che non è un rasoio nè una katana, ma penso anche che non voglia esserlo, altrimenti non credo che in ER avrebbero problemi a farlo diventare tale. Come in Fox, in Ka-Bar, Buck ecc ecc.

Il mio invito è di prendere le mie recensioni e le altre che troverete in rete o sui giornali per quello che sono, i pareri di uno che il coltello lo ha usato e che riporta le sue esperienze, né più né meno.
_________________
Se vi piace il bushcraft e le attività outdoor in generale, vi invito a visitare il mio blog http://adoricchi.blogspot.it/
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Riddick
Maestro di spade e coltelli
Maestro di spade e coltelli


Registrato: Mar 09, 2007
Messaggi: 5215
Località: Lido di Venezia

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-15:04 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Non è una questione di fanatismi ,ho è affilato o non lo è .Poi possiamo parlare di vari tipi di affilatura specifici per vari tipi di lavori ,se vogliamo parlare seriamente e fare "informazione" Sorrisone !
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email MSN Messenger
Border Man
Maestro di spade e coltelli
Maestro di spade e coltelli


Registrato: Feb 15, 2010
Messaggi: 5645

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-16:51 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

La recensione mi piace, come al solito ci sono anche diverse belle foto. Forse un po' troppe.
Il coltello non sara' il massimo, ma se se la cava discretamente, per i parametri ER ci si puo' accontentare. Non so se lo preferirei allo Shrapnell.
La storia del foro mi incuriosisce, ma anche se ci sono sempre molti "esperti" sul forum, credo che se hanno deciso di farlo li , un motivo ci sara'. Non li farei cosi stupidi.
_________________

Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Riddick
Maestro di spade e coltelli
Maestro di spade e coltelli


Registrato: Mar 09, 2007
Messaggi: 5215
Località: Lido di Venezia

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-17:44 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Scusa Border ma secondo te ,qual'è il motivo percui il foro è disassato?Io ho una mezza idea.
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email MSN Messenger
Dax-69
Addetto ai Forni
Addetto ai Forni


Registrato: Sep 12, 2008
Messaggi: 160
Località: Quartu S.E. CA

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-18:46 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

davide ha scritto:
Ricapitolando..
* Errori PALESI
* Spessori ECCESSIVI
* Geometrie INGUARDABILI
* Affilatura OTTUSA
* Recensori PREZZOLATI

Ma ditemi.. avete le fette di salame sugli occhi o vi pagano per parlar male dei prodotti? Accusate chi scrive recensioni di inchinarsi alle aziende, ma a questo punto inizio a pensare che siate voi quelli che formano una coalizione per sparare commenti a casaccio.

Ma vediamole queste geometrie improponibili.. vediamole queste affilature ottuse, vediamo queste punte senza penetrazione e confrontiamole con coltelli di spessore inferiore, che ho preso a caso dalle nostre vetrine.


Fox Pro Hunter - 11cm di lama, 5mm di spessore


Lion Steel M2 - 9cm di lama, 4mm di spessore


Extrema Task C - 11cm di lama, 6.3mm di spessore

Ora, gentilmente, possiamo cercare di essere obiettivi?


Recensori prezzolati non mi pare nè di averlo letto nè percepito tra le righe , forse la poca obiettività nella valutazione poteva lasciar pensare così , mà non credo sia questo il caso .
La geometria non è inguardabile , anzi è accattivante , mà sovradimensionata .

Gli altri punti li condivido , e dalle misure che hai messo , nè sono proprio convinto ora , da 6,3 a 5 mm su quelle altezze è tanto , da 6,3 a 4 mm è un mondo , stai confermando le impressioni di molti . Questo acciaio è sprecato per ottenere questo risultato , faceva lo stesso lavoro da scalpello anche con un 420 o un c70 .....

Citazione:
....qual'è il motivo percui il foro è disassato?Io ho una mezza idea.

Sorrisone
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email
martineden
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Mar 06, 2007
Messaggi: 1870
Località: Feltre (BL)

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-19:33 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Va bene, ho capito e non c'è neanche bisogno di telefonate. Siete scazzati perchè credete che le mie recensioni siano diventate compiacenti o prezzolate da alcune ditte o makers, come dite voi marchette.
Fate pure, è evidente che se la pensate così è inutile spiegare o parlare, mancano le basi minime?

Penso che avreste dovuto esprimere il vostro dissenso, data la vecchia conoscenza, contattandomi privatamente. Ci saremmo spiegati in privato senza riempire il forum di polemiche personali.
Però se volete polemizzare tutte le volte gridando allo scandalo fate pure, ho l'impressione che gli altri lettori si stiano stufando, ma se avete scelto questa strada...

Per fortuna siete in pochi, da tanti invece ricevo complimenti, ringraziamenti ed inviti a continuare con le mie recensioni, quello che farò.

Con questo chiudo tutte le polemiche che mi riguardano, se volete continuare fate pure per me è lo stesso.

Alla prossima recensione Sorrisone
_________________
Se vi piace il bushcraft e le attività outdoor in generale, vi invito a visitare il mio blog http://adoricchi.blogspot.it/
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Sile86
Esperto Forgiatore
Esperto Forgiatore


Registrato: Jul 23, 2010
Messaggi: 3153
Località: Treviso - drio el Sil

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-21:30 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Che noia, si perde anche la voglia di leggere a sentir ste cose......viene presentato un coltello con molti difetti ed evidenti limiti strutturali ma non si può dire perchè altrimenti si risulta "pesanti" e "polemici". Non si possono dire le cose come stanno, bisogna sempre "indorarle", farsele andar bene lo stesso ed essere "politically correct" onde evitare di pestare i piedi a questo o a quello.

Il coltello è troppo spesso ma è fatto così per "trasmettere robustezza".
Taglia da cani a causa di affilatura e geometrie ma va bene così perchè la fabbrica li fa così.
C'è un foro disassato e non svasato che farebbe inorridire anche uno studente di ingegneria del primo anno ma se lo fanno così forse un motivo c'è......non si sa quale ma c'è.
Il coltello pesa, ma anche altri di dimensioni simili hanno pesi simili.......tralasciando di dire però che gli altri sono full-tang, questo no.
Il fodero è un plasticozzo quadrato ma pare che nonostante ciò sia il non plus ultra.
Il manico è sempre uguale per tutti i modelli, dai fighter, ai chopperoni, ai piccoli multiruolo come se si usassero tutti allo stesso modo però pare che sia comunque comodissimo......che altro si può dire?

Bello!!!........e basta onde evitare di disturbare interessi economici di alcuni e l'ego di altri.
_________________
Sono un viandante, un valicatore di monti...
Non amo le pianure e sembra che
non possa stare a lungo in un luogo.
Qualunque cosa mi riservi il fato o l'esperienza,
sempre dovrò camminare ed ascendere monti.
Non si può vivere che da come si è.
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
davide
Amministratore
Amministratore


Registrato: Sep 09, 2003
Messaggi: 7783

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-22:15 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

toh, guarda, un post di polemica sterile.. grazie sile!

per fortuna che sei arrivato tu a scriverne uno perché fino ad ora ce n'erano stati davvero troppo pochi e stavo già iniziando a preoccuparmi!!

è davvero un piacere ed un onore moderare ed amministrare un forum come questo, pieno di persone squisite, simpatiche, aperte al dialogo, obiettive e molto mature.

se Alfredo si stufasse di postare le sue opinioni e di condividerle con noi non mi stupirei.. ma poi di che parleremmo? del resto non mi pare di vedere da tempo un qualsiasi contributo utile da parte vostra verso questa comunità..

strano però: vista tutta la scienza infusa che scorre nelle vostre vene e visto che siete liberi di dire la verità perché non dovete prostrarvi ai signori oscuri dell'industria dei coltelli ne aveste di cose da dire e da scrivere ed invece, chissà perché, l'unica cosa che sapete fare sono i capricci.

capricci perché non sapete accettare che ci sono persone che la pensano diversamente da voi, che hanno gusti diversi, interessi diversi e scopi diversi. ma piuttosto che sforzarvi è più facile gridare alla marchetta e pensare che viga un regime dove si debba fare l'inchino alle aziende produttrici.

del resto è più facile vedere la pagliuzza nell'occhio altrui, che la trave nel proprio, vero?
_________________
** COLTELLERIA COLLINI **
INSTAGRAM: http://instagram.com/coltelleriacollini<

Ultima modifica di davide il Mer 09 Lug 2014-22:39 pm, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Visita il sito dell'autore del messaggio
Sergio (vecchio forgiator
Addetto al Maglio
Addetto al Maglio


Registrato: Apr 22, 2014
Messaggi: 84

MessaggioInviato: Mer 09 Lug 2014-22:36 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Simpatia o antipatia?..il mio sentimento nei confronti di martineden è stato subito di sincera e feroce antipatia! boh? ora non ricordo più nemmeno la causa dello scontro!..ma,mettendo da parte le viscerali antipatie; cosa ci si aspetta da un forum?..che sia stimolante ma anche allo stesso tempo un momento di rilassamento,e devo ammettere che le recensioni di martineden assolvono a tutti questi requisiti!..Ora, sotterrando l'ascia di guerra,malgrado visioni diverse sulla funzionalità o meno dell'oggetto recensito,pur avendo pensieri diametralmente opposti; devo ammettere che ben vengano queste recensioni specialmente quando accompagnate da foto con ambientazioni bellissime di posti che per vari motivi magari molti di noi non possono condividere ma grazie al recensore possiamo perlomeno assaporare con la vista!Mio malgrado devo dire grazie a martineden!!continua con queste recensioni..con molta antipatia un cordiale saluto da Sergio (vecchio forgiatore) P.S.non intervengo per non calcare la mano hehehe Sorrisone Sorrisone ma poi in finale ognuno è libero di avere le proprie opinioni ed è anche bello aggiungere un po' di peperoncino! Occhiolino Soddisfatto
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
martineden
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Mar 06, 2007
Messaggi: 1870
Località: Feltre (BL)

MessaggioInviato: Gio 10 Lug 2014-7:33 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Sergio (vecchio forgiator ha scritto:
Simpatia o antipatia?..il mio sentimento nei confronti di martineden è stato subito di sincera e feroce antipatia! boh? ora non ricordo più nemmeno la causa dello scontro!..ma,mettendo da parte le viscerali antipatie; cosa ci si aspetta da un forum?..che sia stimolante ma anche allo stesso tempo un momento di rilassamento,e devo ammettere che le recensioni di martineden assolvono a tutti questi requisiti!..Ora, sotterrando l'ascia di guerra,malgrado visioni diverse sulla funzionalità o meno dell'oggetto recensito,pur avendo pensieri diametralmente opposti; devo ammettere che ben vengano queste recensioni specialmente quando accompagnate da foto con ambientazioni bellissime di posti che per vari motivi magari molti di noi non possono condividere ma grazie al recensore possiamo perlomeno assaporare con la vista!Mio malgrado devo dire grazie a martineden!!continua con queste recensioni..con molta antipatia un cordiale saluto da Sergio (vecchio forgiatore) P.S.non intervengo per non calcare la mano hehehe Sorrisone Sorrisone ma poi in finale ognuno è libero di avere le proprie opinioni ed è anche bello aggiungere un po' di peperoncino! Occhiolino Soddisfatto


Io invece ti ho giudicato un ignorante...l'antipatia è venuta dopo Sorriso Ringrazio per l'apprezzamento delle mie recensioni, e ricambio i saluti "antipatici".
_________________
Se vi piace il bushcraft e le attività outdoor in generale, vi invito a visitare il mio blog http://adoricchi.blogspot.it/
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
stefanoventurelli
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Apr 29, 2008
Messaggi: 1564

MessaggioInviato: Gio 10 Lug 2014-10:04 am    Oggetto: Rispondi con citazione

davide ha scritto:
toh, guarda, un post di polemica sterile.. grazie sile!

per fortuna che sei arrivato tu a scriverne uno perché fino ad ora ce n'erano stati davvero troppo pochi e stavo già iniziando a preoccuparmi!!

è davvero un piacere ed un onore moderare ed amministrare un forum come questo, pieno di persone squisite, simpatiche, aperte al dialogo, obiettive e molto mature.

se Alfredo si stufasse di postare le sue opinioni e di condividerle con noi non mi stupirei.. ma poi di che parleremmo? del resto non mi pare di vedere da tempo un qualsiasi contributo utile da parte vostra verso questa comunità..

strano però: vista tutta la scienza infusa che scorre nelle vostre vene e visto che siete liberi di dire la verità perché non dovete prostrarvi ai signori oscuri dell'industria dei coltelli ne aveste di cose da dire e da scrivere ed invece, chissà perché, l'unica cosa che sapete fare sono i capricci.

capricci perché non sapete accettare che ci sono persone che la pensano diversamente da voi, che hanno gusti diversi, interessi diversi e scopi diversi. ma piuttosto che sforzarvi è più facile gridare alla marchetta e pensare che viga un regime dove si debba fare l'inchino alle aziende produttrici.

del resto è più facile vedere la pagliuzza nell'occhio altrui, che la trave nel proprio, vero?


Davide,questa comunità è stata in piedi grazie al contributo di noi "pesanti" (ovvero di noi che pesiamo quello che ci viene venduto e che lo paghiamo con soldi "già affilati di fabbrica" e non del monopoli...)....Vuoi cultura o compiacenza, decidi,basta fare un bel disclaimer con scritto "non rompete le balle" e noi lasciamo il campo ai "bello bello" e a "belle foto bei posti" e ai piagnoni che ti scrivono per lamentarsi di noi. E' palese e sconcertante quello che hai ammesso: i coltelli arrivano NON affilati. Sconcertante. Tu vuoi che nella sezione TEST si stia zitti quando è palese l'evidenza dei problemi? Tiri in ballo il fattore emozionale nella sezione TEST? Ma basta dai....togli questa sezione dato che non serve a nulla se vi scrive gente che ha cognizione di causa e che del fattore emozionale non sa che farsene. Ma quanti coltelli della stessa azienda devo provare, viziati dagli stessi problemi, per dimostrarlo? E poi,un coltello militare per tagliare due caxxo di legnetti e fare sti caxxo di paletti (Alfredo fai escursioni in transilvania?) quando invece,si dovrebbe piantare qualche pugnalata ad un corpetto vista la destinazione d'uso. Il forum e tuo e hai tutto il diritto di fare quel che ti pare ma qui nessuno grida "al lupo al lupo" (per altro è una metafora che non calza e non capisco perchè tu l'abbia fatta) qui, semplicemente c'è gente che non ha l'anello al naso e non regge la scusa che noi togliamo il divertimento o manchiamo di rispetto a chi ha idee diverse se diciamo che "questa cioccolata che vorreste farci mangiare ha uno strano sapore che non pare tanto cioccolata...". Non è colpa nostra se il 99% si fa seghe con il coltello e manco ci gioca un po',perchè giocandoci le vedi ste robe,questo pressapochismo industriale imperante e tutte queste false verità prese da youtube (compresa quella che sia facile affilare un bisello scandi zero). E' umiliante per il forum vedere un miliardo di fotografie di bei posti (ma non siamo su Travel and Living) e il taglio di un melone con un coltello da 200€, che serve a bucare panze,che ,per tua stessa ammissione arriva non affilato e a cui,dulcis in fundus, viene pure attribuito un punteggio campato in aria! A me scappa da ridere sai? E con più mi si dice che son polemico e pesante,con più mi scappa da ridere perchè mi pare tutto surreale....Pensi che non mi sia reso conto dei tuoi sforzi,ultimamente, per rilanciare un forum agonizzante? Ma non è così che ci riesci, meno sequenze fotografiche e più prove tecniche altrimenti togli questa sezione. Con i "bello bello" e i "+1" non vai da nessuna parte. Anche tu Alfredo (Torna a bordo caxxo!) ma che soddisfazione hai?!? Se non interveniamo noi non c'è alcuna discussione e sei finito a far batoning con i legni marci e a farti ridere dietro dal web. Ma caxxo dai pure dagli inglesi ti sei fatto prendere per il kulo con il passround Mangusta...e non ti offendere sai! Ci conosci e siamo tuoi amici abbiamo 50 anni suonati e se non vuoi che ti si dicano le cose in faccia,palesi come queste, allora non ci considerare più amici e tieniti gli applausi dei "bello bello" e dei "+1"....di quelli ne trovi a schiere.....
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
diggei
Addetto ai Forni
Addetto ai Forni


Registrato: Dec 23, 2002
Messaggi: 123
Località: Legnano

MessaggioInviato: Gio 10 Lug 2014-11:30 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Premetto che il coltello in sè mi piace solo come design, però non lo comprerei sia per il grosso spessore che per il combo, come tutti i coltelli di quelle dimensioni lama corta spessore grosso, parlando per me non saprei che uso farne,altra cosa che odio è la teflonatura, e questo non solo su ER ma parlo di tutte le marche con queste caratteristiche,a mio parere non è un coltello da escursionismo. Questo non toglie che la recenzione fatta da martin a me piace anche perchè (sempre parlando per me) mi da modo di confrontarmi con determinati riscontri. Il punteggio da lui dato non è in accordo con le mie vedute, ma ogni testa è un piccolo mondo e gira a se stante. Ciò non toglie che posseggo un paio di ER tra cui un BF1 del quale sono soddisfattissimo.Chiudo dicendo che le critiche costruttive servono alla crescita dell'essere, Ma quì si sta sparando ad altezza d'uomo.
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email
Mostra prima i messaggi di:   
Inserisci un nuovo argomento   Rispondi all'argomento    Indice del forum » Test e Recensioni Tutti i fusi orari sono EET (Europa)
Vai alla pagina 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti in questo forum
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum

Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group