Coltelleria Collini Coltelleria Collini  Coltelleria Collini Facebook  Coltelleria Collini Twitter  Coltelleria Collini Instagram  Coltelleria Collini Google  Coltelleria Collini Youtube     ExtremaRatio Ti Rock Benchmade knives Takeshi Saji knives
Chi c'è Online
In questo momento ci sono, 138 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui


Moduli
· Home
· Cerca
· Messaggi Privati


Info Generali
Benvenuto, Anonimo
Login (Registrare)
Iscrizione:
più tardi: ulosug
News di oggi: 0
News di ieri: 0
Complessivo: 53328

Persone Online:
Visitatori: 138
Iscritti: 0
Totale: 138


Collini Steel


Benchmade


Hinderer Knives


Loyalty program


Forum coltelli, coltello, torce, spade: Forum

Coltelleria Collini :: Guarda l'argomento - Extrema Ratio RAO II: la "Cosa"
Indice del forum » Test e Recensioni

Inserisci un nuovo argomento   Rispondi all'argomento
Extrema Ratio RAO II: la "Cosa"
Argomento precedente :: Argomento successivo  
Autore Messaggio
martineden
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Mar 06, 2007
Messaggi: 1870
Località: Feltre (BL)

MessaggioInviato: Ven 16 Mag 2014-10:44 am    Oggetto: Extrema Ratio RAO II: la "Cosa" Rispondi con citazione

Salve a tutti,

qualche tempo fa ho ricevuto l’Extrema Ratio RAO II, che ho testato per alcuni giorni. Prime impressioni: come il suo predecessore (il RAO), anche il RAO II non conquista per bellezza o armonia delle forme. Siamo di fronte ad un utensile, non ad un’opera d’arte: non mi “innamorerò” mai di un coltello così. Tuttavia apprezzo alcune cose: il coraggio del design, originale e a suo tempo innovativo, le precise lavorazioni CNC, la qualità dei trattamenti, la cura dei dettagli. Il RAO II non è bello né aggraziato, tuttavia esprime potenza e qualità…


…sapete chi mi ricorda? Mi ricorda Ben Grimm detto “la Cosa” dei Fantastici 4, uno dei miei personaggi Marvel preferiti



Come detto, il RAO II è l’evoluzione del “vecchio” RAO che conosciamo da qualche anno. Le differenze sono essenzialmente due: la punta, che sul RAO II ha una forma drop-point al posto della punta squadrata del vecchio RAO, e l’impugnatura, che sul RAO II è stata migliorata smussando ulteriormente gli spigoli e gli angoli



Le specifiche del RAO II:
Acciaio: inox N690Co (58HRC)
Trattamento Lama: Testudo MIL-C-13924
Manicatura: anticorodal
Lunghezza lama: 115mm
Spessore della lama: 6.3mm
Lunghezza chiuso: 142mm
Lunghezza totale: 262mm
Peso: 330g (senza fodero)
Chiusura: front lock modificato - perno di sicurezza filettato
Fodero: in Nylon con attacchi M.O.L.L.E. adatto sia per il coltello chiuso che aperto
Accessori: affilatore al diamante

La dotazione e il fodero sono rimasti gli stessi del RAO. Insieme al fodero, troviamo un affilatore da campo. Entrambi sono ben realizzati come da tradizione ER: il fodero è robusto, ben cucito, fatto con materiali di qualità, è ovviamente molto comoda la doppia possibilità di porto (con coltello aperto o chiuso), e si apprezza la possibilità di utilizzare il sistema M.O.L.L.E.; l’affilatore da campo è un’utile accessorio, che diventa indispensabile per le trasferte in cui si usa molto il coltello e si rende necessario ripristinare il filo





Il RAO II è un coltello pieghevole grande e molto robusto. Con il RAO II è possibile ( anzi viene voglia di) effettuare lavori pesanti, che in genere con un coltello pieghevole non si farebbero. Ad esempio ho tagliato questo alberello morto, secco e duro come il ferro, facendo chopping, in circa due minuti: Il RAO II non ha fatto una piega, anche se il numero di colpi richiesto è stato alto sia perché non imprimevo una grande forza preferendo far lavorare la massa del coltello, sia perché il legno era molto tenace. A chi volesse fare lo stesso consiglio di indossare un paio di guanti, è vero che l’impugnatura è più confortevole rispetto a quella del vecchio RAO, tuttavia si tratta sempre di guancette in alluminio piuttosto squadrate, non il meglio per le dita ed in particolare per il mignolo


Sempre facendo chopping ho poi tagliato dallo stesso alberello morto questo robusto segmento lungo circa 1 metro, pulendolo e facendo una tozza punta ad un’estremità. Ho realizzato così un “digging stick”, un attrezzo per scavare nel terreno e trovare radici, tuberi, larve, acqua, cosa che ho fatto senza problemi



Il terzo impegno per il RAO II è stato tagliare un segmento dell’albero tramite la tecnica del batoning: in questo caso come sapete si usa un batocchio per colpire con forza il dorso lama, tranciando le fibre del legno con la parte affilata. Anche qui, nonostante le botte che ho impresso e la tenacia del legno da tagliare, nessun problema. Il RAO II ha svolto fedelmente il lavoro, pur non essendo un laser (ha una lama spessa ben 6,3mm)


Ovviamente ero curioso di provare la nuova punta del RAO II. Ho preso un pezzo di legno duro e stagionato e l’ho bucato, facendo movimenti semicircolari con la punta del coltello in verticale. Non mi sono preoccupato di andarci leggero, ci ho messo tutta la forza: la punta del RAO è tozza e robusta, quindi ero piuttosto sicuro che il rischio di una rottura fosse basso. Infatti, anche qui tutto ok, e devo dire che non ci è voluto molto per realizzare alcuni fori netti e profondi nel legno



Altro compito: fare trucioli per innescare un fuoco, e provare come funziona una barretta di ferrocerio con il RAO II. Come per tutti i coltelli di grosse dimensioni e soprattutto con lama spessa, il modo migliore per fare trucioli da un pezzo di legno è tenere fermo il coltello e muovere il legno, tirandolo verso di sé. Io ho simulato la situazione peggiore, in cui non avevo nessun supporto, quindi ho semplicemente piantato la punta del coltello in terra; ovviamente su un tronco caduto o un ceppo sarebbe stato più semplice. In questo modo comunque si fanno trucioli piuttosto sottili, adatti ad essere accesi senza gran fatica: io ho usato come innesco un fazzoletto di carta che avevo in tasca, accendendolo con un’unica passata della barretta di ferrocerio. Va segnalato che la barretta sprigiona nessuna o pochissime scintille se passata sul dorso del coltello, compresa la godronatura dello stesso, mentre sprigiona moltissime scintille se passata, come ho fatto io, sul taglio…non la cosa migliore da fare per la salute del filo, ma a mali estremi… Mi permetto comunque di consigliare ad ER di realizzare sul dorso del coltello un’area apposita per l’uso del firesteel, non dovrebbe essere difficile modificando la parte distale della godronatura






Come se la cava il RAO II nell’intaglio del legno? Come dicevo non è una spada laser dato lo spessore della lama e le geometrie, e d'altronde non aspira ad esserlo, puntando soprattutto sulla robustezza e sulla tenacia. Comunque: non è difficile eseguire lavori di intaglio con il RAO II, magari non saranno capolavori di raffinatezza, ma gli strumenti che si ottengono funzionano, e tanto basta. Io come spesso faccio ho realizzato qualche picchetto, dato che in questo modo posso apprezzare le capacità del coltello in vari settori, facendo la punta, arrotondando, tagliando in verticale, asportando il legno: nessun problema anche in questo caso, il RAO II esegue tutto



Ho detto che il RAO II punta molto sulla robustezza e la tenacia. Dopo i compiti eseguiti ci si aspetterebbe forse, da un coltello pieghevole, un minimo di gioco della lama, o qualche segno di cedimento del filo. Devo dire sinceramente che il RAO II non ha presentato nessuno di questi problemi: nessun gioco, nessun cedimento del filo




In questo video, trovate le prove descritte sopra:



A questo punto, le conclusioni per me sono piuttosto chiare. Il RAO II è, a mio parere, una riuscita evoluzione del RAO che ben conosciamo


I punti di forza di questo coltello sono la robustezza veramente notevole per un pieghevole, l’ottima qualità delle lavorazioni, e le prestazioni generali. Impressiona positivamente anche il fodero, bello e ben realizzato. Il RAO II mi da l’impressione di un compagno forte e fedele, un “bruttone” burbero ed affidabile, spigoloso se volete ma buon compagno di avventura. L’ho detto, che mi ricorda la “Cosa” del quartetto Marvel…Come Ben Grimm anche il RAO II ha qualche difetto: l’impugnatura, pur migliorata, non è il massimo del comfort a mani nude, e poi vorrei poter utilizzare la barretta di ferrocerio sul dorso lama e non sul filo. Inoltre, l’ho detto più volte, non aspettatevi un rasoio, perché il RAO II non lo è. Ciò detto, il RAO II mantiene le promesse: è un buon coltello “da campo”, con il quale è possibile effettuare tante attività utili/indispensabili in escursione. Chi cerca una valida alternativa “Made in Italy” ad un coltello a lama fissa, troverà nel RAO II un valido alleato.

Saluti,
Alfredo Doricchi
_________________
Se vi piace il bushcraft e le attività outdoor in generale, vi invito a visitare il mio blog http://adoricchi.blogspot.it/
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Geronimo Apache
Fuciniere
Fuciniere


Registrato: Jul 06, 2013
Messaggi: 520

MessaggioInviato: Ven 16 Mag 2014-13:09 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Quindi è meglio del classico per robustezza ,lavorazioni e trattamenti..?cioè,non è solo con lama diversa....?
_________________
<em><strong>CURTOR  </strong> <strong>    </strong></em>
<em>「アイ·アム·レジェンド」</em>
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email
Riddick
Maestro di spade e coltelli
Maestro di spade e coltelli


Registrato: Mar 09, 2007
Messaggi: 5215
Località: Lido di Venezia

MessaggioInviato: Ven 16 Mag 2014-13:43 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

X il coltello ti ho già scritto sul video ,ma l'affilatore è sempre un pezzo di plastica con la striscetta diamantata biadesiva? Sorriso
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email MSN Messenger
stefanoventurelli
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Apr 29, 2008
Messaggi: 1564

MessaggioInviato: Ven 16 Mag 2014-14:16 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Anche io ti ho espresso alcune considerazioni su Youtube,nei commenti al video, ma una cosa che non capisco è cosa significhi "robusto", perché se significa che,come si evince, rimbalza e non taglia (taglia male) io non lo definirei "robusto", piuttosto lo definirei tozzo e pesante. Un coltello che non taglia non è un coltello e, a sto punto, se ho bisogno di una "spranga" tanto vale mettere nel fodero...un piede di porco....?!?
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
martineden
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Mar 06, 2007
Messaggi: 1870
Località: Feltre (BL)

MessaggioInviato: Sab 17 Mag 2014-8:33 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Geronimo Apache ha scritto:
Quindi è meglio del classico per robustezza ,lavorazioni e trattamenti..?cioè,non è solo con lama diversa....?


Se leggi attentamente vedrai che non ho scritto questo. Ho detto che rispetto al RAO il RAO II ha una lama diversa (a mio parere più sfruttabile) e un'impugnatura un pò più confortevole dato che angoli e spigoli sono stati smussati.
_________________
Se vi piace il bushcraft e le attività outdoor in generale, vi invito a visitare il mio blog http://adoricchi.blogspot.it/
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
martineden
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Mar 06, 2007
Messaggi: 1870
Località: Feltre (BL)

MessaggioInviato: Sab 17 Mag 2014-8:36 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Riddick ha scritto:
X il coltello ti ho già scritto sul video ,ma l'affilatore è sempre un pezzo di plastica con la striscetta diamantata biadesiva? Sorriso


E io ti ho risposto...

L'affilatore è costituito da una base in metallo con una striscia diamantata a grana piuttosto grossa su un lato. L'ho provato, il suo dovere lo fa: il filo si ripristina con poche passate.
_________________
Se vi piace il bushcraft e le attività outdoor in generale, vi invito a visitare il mio blog http://adoricchi.blogspot.it/
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
martineden
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Mar 06, 2007
Messaggi: 1870
Località: Feltre (BL)

MessaggioInviato: Sab 17 Mag 2014-9:00 am    Oggetto: Rispondi con citazione

stefanoventurelli ha scritto:
Anche io ti ho espresso alcune considerazioni su Youtube,nei commenti al video, ma una cosa che non capisco è cosa significhi "robusto", perché se significa che,come si evince, rimbalza e non taglia (taglia male) io non lo definirei "robusto", piuttosto lo definirei tozzo e pesante. Un coltello che non taglia non è un coltello e, a sto punto, se ho bisogno di una "spranga" tanto vale mettere nel fodero...un piede di porco....?!?


E su Youtube ho risposto anche a te, Stefano.

"Robusto" e "tagliente" sono due concetti diversi, mi sembra chiaro.
Robusto il RAO II lo è, sopporta usi e abusi molto bene per essere un coltello pieghevole. Tagliente, come ho scritto chiaramente nella recensione, lo è meno, vuoi per lo spessore vuoi per le geometrie della lama. Ma questo, a mio modesto parere, è insito nella tipologia di coltello che ER ha voluto fare, insomma è una scelta, non un difetto. La lama del RAO II non "rimbalza" come dici tu: penetra nel legno, non è un rasoio, ma il suo lavoro lo fa. Di coltelli che rimbalzano ne ho provato qualcuno, so riconoscere la differenza.
I coltelli ER sono quasi tutti così: spessori notevoli, filo robusto e durevole, capacità di taglio non eccelsa. Possono piacere o meno, ma è una loro caratteristica, una "cifra" che li contraddistingue.
Per dire, i coltelli Fox, che conosco un pò, sono più taglienti quando escono dalla fabbrica.
Se vuoi un altro esempio simile ai coltelli Extrema Ratio, prendi i TOPS, difficilmente ne troverai uno che sia una spada laser, però hanno comunque molti estimatori.
Insomma, si tratta di gusti personali: se ti piacciono i coltelli che privilegiano le doti di taglio, tipo puukko per intenderci, gli ER non fanno per te; se ti piacciono i coltelli che privilegiano la robustezza, allora tra i prodotti ER potrai trovare a mio parere qualcosa di valido.
_________________
Se vi piace il bushcraft e le attività outdoor in generale, vi invito a visitare il mio blog http://adoricchi.blogspot.it/
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Riddick
Maestro di spade e coltelli
Maestro di spade e coltelli


Registrato: Mar 09, 2007
Messaggi: 5215
Località: Lido di Venezia

MessaggioInviato: Dom 18 Mag 2014-6:52 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Scusa Alfredo ,se ce l'hai ancora proveresti il blocco senza il "pernio" di acciaio filettato?Gisto per vedere se è obbligatorio inserirlo.Perchè da sito ER "Trova facile impiego in tutti i lavori pesanti grazie anche al meccanismo di blocco in apertura particolarmente resistente, coadiuvato da un sistema di sicura che lo trasforma in un vero lama fissa."Percui mi chiedo ,inserito il blocco è di per se resistente ,poi aggiungendo il pernio,dovrebbe diventare come un fisso?
Robusto e tagliente non dovrebbero ,sempre secondo sito ER,essere due concetti diversi .
" Il risultato è il RAO, un coltello da sopravvivenza, non un grosso chiudibile ma un compatto coltello da lavoro dalla lama pesante e robusta ed il meccanismo di blocco in apertura particolarmente resistente, coadiuvato da un sistema di sicura che lo trasforma in un vero lama fissa. L’apertura e la chiusura sono operabili a due mani, agendo sulle estremità laterali del pernio di blocco della lama, in modo da minimizzare i rischi di autolesione durante l’operazione.
La lama, a causa del suo peso, è infatti una vera e propria ghigliottina. "Lo definiscono una ghigliottina per via del suo peso,percui dovrebbe "spaccare" e non nel gergo dei giovani ma fisicamente,sbaglio?
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email MSN Messenger
Sile86
Esperto Forgiatore
Esperto Forgiatore


Registrato: Jul 23, 2010
Messaggi: 3153
Località: Treviso - drio el Sil

MessaggioInviato: Lun 19 Mag 2014-15:49 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Bella recensione, però, in generale, io non capisco questa tipologia di coltelli.

Cioè non posso portare un chiudibile del genere in ambito urbano; viste le dimensioni lo posso portare in escursione o comunque in situazioni dove potrei portare benissimo un fisso, fisso che comunque è più robusto del più tosto dei folder.....quindi che senso ha? perchè dovrei portare un rao al posto del classico 4"?

Non capisco, secondo me questi grossi chiudibili uniscono lo svantaggio dei folder (poca robustezza) allo svantaggio dei fissi (portabilità).
_________________
Sono un viandante, un valicatore di monti...
Non amo le pianure e sembra che
non possa stare a lungo in un luogo.
Qualunque cosa mi riservi il fato o l'esperienza,
sempre dovrò camminare ed ascendere monti.
Non si può vivere che da come si è.
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
extremaratio
Topo di Bottega
Topo di Bottega


Registrato: Oct 01, 2003
Messaggi: 9

MessaggioInviato: Mar 20 Mag 2014-17:43 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Riddick ha scritto:
X il coltello ti ho già scritto sul video ,ma l'affilatore è sempre un pezzo di plastica con la striscetta diamantata biadesiva? Sorriso


Salve a tutti,
l’affilatore del modello RAO II è lo stesso che viene utilizzato per il modello RAO, per l’Ontos e nel Kit Selvans.

La parte “affilatore” (in questo caso di colore giallo e argento) è un composto di diamante sintetico, su supporto di tela resinata. Questa tela è incollata ad una piastra base in alluminio. La piastra è tagliata a laser, burattata e anodizzata di colore nero.

La piastra ha un foro nel quale viene applicato un laccio in paracord. Sul retro della piastra sono incise a laser le istruzioni per l’utilizzo dell’affilatore.

Basta toccare la parte di colore nero per capire che è in lega di alluminio e non in plastica.
_________________
Extrema Ratio
via tourcoing 40/p
59100 PRATO (PO) ITALIA
http://www.extremaratio.com
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Visita il sito dell'autore del messaggio
Riddick
Maestro di spade e coltelli
Maestro di spade e coltelli


Registrato: Mar 09, 2007
Messaggi: 5215
Località: Lido di Venezia

MessaggioInviato: Mar 20 Mag 2014-18:01 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Grazie ,comunque incollata,è resistente e duraturo ?Mai usato uno ho sempre usato affilatori diamantati di metallo ,tipo DMT o eze -lap .
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email MSN Messenger
baffone
Fuciniere
Fuciniere


Registrato: Oct 26, 2011
Messaggi: 892
Località: Mira - VE

MessaggioInviato: Dom 25 Mag 2014-13:59 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Come sempre bellissimo reportage Evvai!!!!!
_________________
SI VIS PACEM, PARA BELLUM
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Montana
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Jun 02, 2012
Messaggi: 1639

MessaggioInviato: Mer 28 Mag 2014-12:17 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

io l'affilatore del rao vecchio lo ho provato in varie occasioni, come oggetto è di ottima fattura, niente plastica o altro, sicuramente è abbastanza grosso come grana, ma considerato il filo del rao è l'ideale perchè consente di eseguire il lavoro in breve..
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Montana
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Jun 02, 2012
Messaggi: 1639

MessaggioInviato: Mer 28 Mag 2014-12:22 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

complimenti Alfredo per la recensione, sono però dell'opinione che il rao purtroppo pecchi per il classico spessore alto al filo, per questo solo motivo non lo acquisterei mai, il rao vecchio mi è sempre piaciuto ma dopo averlo provato ho capito che è davvero poco sfruttabile, ed è un peccato perchè rispetto al rao vecchio questo ha una lama più sfruttabbile, ma come il vecchio è troppo spesso al filo, certo regrindarlo leggermente è sempre possibbile.
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Inserisci un nuovo argomento   Rispondi all'argomento    Indice del forum » Test e Recensioni Tutti i fusi orari sono EET (Europa)
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti in questo forum
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum

Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group