Coltelleria Collini Coltelleria Collini  Coltelleria Collini Facebook  Coltelleria Collini Twitter  Coltelleria Collini Instagram  Coltelleria Collini Google  Coltelleria Collini Youtube     ExtremaRatio Ti Rock Benchmade knives Takeshi Saji knives
Chi c'è Online
In questo momento ci sono, 116 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui


Moduli
· Home
· Cerca
· Messaggi Privati


Info Generali
Benvenuto, Anonimo
Login (Registrare)
Iscrizione:
più tardi: ulosug
News di oggi: 0
News di ieri: 0
Complessivo: 53328

Persone Online:
Visitatori: 116
Iscritti: 0
Totale: 116


Collini Steel


Benchmade


Hinderer Knives


Loyalty program


Forum coltelli, coltello, torce, spade: Forum

Coltelleria Collini :: Guarda l'argomento - MEL('H)A OSSIDATA
Indice del forum » Test e Recensioni

Inserisci un nuovo argomento   Rispondi all'argomento
MEL('H)A OSSIDATA
Argomento precedente :: Argomento successivo  
Autore Messaggio
stefanoventurelli
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Apr 29, 2008
Messaggi: 1564

MessaggioInviato: Mer 12 Mag 2010-18:46 pm    Oggetto: MEL('H)A OSSIDATA Rispondi con citazione

D2 LODGE production and SV entertainment present



Premessa doverosa:i coltelli presenti nella foto ed oggetto della presente recensione sono entrambi costosissssssssssssssssssssssimi e per tale motivo possono essere mostrati.

Seconda premessa doverosa: la presente recensione è stata svolta con il puro e unico intento di impedire a Martineden (Alfredo) di superarmi nella pubblicazione di fesserie.Io e lui abbiamo un passato di competizione su chi posta più "cose" (sceme) e tale competizione rimane!

Detto questo ho preso un coltello in inox,un pezzo di valore inestimabile....



....un coltello custom in acciaio carboniosissimo,anche lui inestimabile....



e una mela che,come i coltelli,vale tantissimo e quindi si può mostrare,è una mela custom,artigianale,in quanto pezzo unico!Infatti vi sfido a trovarne un'altra uguale!....



...come potete vedere le lame sono perfettamente lucide e la mela perfettamente custom.Detto ciò ho tagliato la mela,come fossi al pic nic...



....e poi,come fossi al pic nic,mi son dimenticato il coltello nella ciotola della macedonia,intanto che chiacchiero con la morosa o gioco con il cane....pochi minuti dopo....



....la lama diventa impressionantemente nera e emana odore di ossido,odore che,per altro,non mi dispiace,ma che credetemi,disgusterà la vostra morosa che urlerà che quel coltello non si userà mai più,o il coltello o lei.....e la morosa ha dei vantaggi che il coltello non ha....





....la lama si è incredibilmente annerita.La lama è in 1075 forgiato con hamon (vale tantisssssssimo quindi posso postare la foto),e se non l'asciugassi subito diventa tutta nera,come mi è veramente successo preparando le mele per il cavallo. Niente di che,un po' di pasta per carroziere e ritorna come prima,ma mi chiedevo se,visto che siamo tutti utilizzatori dediti ad escursioni survival,che succederebbe in ambiente umido,come un bosco.Che succederebbe se dovessi scuoiarci un cervo e eviscerarlo,senza poter sempre avere l'occasione di lavare e pulire il coltello,e mi chiedevo quante morose o mogli lo utilizzerebbero alla sgara del paese,quella della salsiccia o della caciotta,vedendolo diventare nero e con l'odore di una cancellata,di una ferriera,senza lanciarlo nello sporco!? Detto questo,a me piacciono anche i rugginosi,questo poi taglia benissimo ma la domanda mi è venuta spontanea e poi.....Alfredo(Martineden) ha postato troppo ultimamente,di rimanere in dietro non mi va! THE END
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
zatoichi
Signore delle Lame
Signore delle Lame


Registrato: Feb 09, 2004
Messaggi: 15874
Località: Treviso

MessaggioInviato: Mer 12 Mag 2010-18:53 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

quel carbonioso è molto bello... anche ossidato Sorriso
_________________
Visitate la pagina facebook di Zatodesign!
http://www.facebook.com/pages/Zatodesign-knives/343892485696764
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Visita il sito dell'autore del messaggio MSN Messenger
curtor
Esperto Forgiatore
Esperto Forgiatore


Registrato: Jul 27, 2009
Messaggi: 3349
Località: VARESE[colline lago maggiore]

MessaggioInviato: Mer 12 Mag 2010-19:01 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Bel post Sorriso e quesito interessante.Questo è il motivo per cui mi stan sulle balle i carboniosi.Non sò,ma in un uscita in palude di un mese,senza manutenzione,come potrebbe uscire un carbon...ma più che altro se non tornasse più nelle condizioni originarie.
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email Visita il sito dell'autore del messaggio
martineden
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Mar 06, 2007
Messaggi: 1870
Località: Feltre (BL)

MessaggioInviato: Mer 12 Mag 2010-19:24 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Non dovrebbero esserci problemi sostanziali con un buon carbonioso anche in ambiente umido, infatti si forma uno strato di ossido passivo che impedisce alla lama di arrugginirsi ulteriormente...detto questo a me il sapore di pesce sulla mela non piace quindi se posso meglio gli inox Sorriso

@stefano: posta posta, io tanto ne ho altre 2-3 già pronte ahahahah :joy:
_________________
Se vi piace il bushcraft e le attività outdoor in generale, vi invito a visitare il mio blog http://adoricchi.blogspot.it/
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
FedericoB89
Esperto Forgiatore
Esperto Forgiatore


Registrato: Feb 05, 2008
Messaggi: 2050
Località: Modena

MessaggioInviato: Mer 12 Mag 2010-20:14 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Lo sai che un mio amico svedese ci mescola il caffé con la lama di un Frosts vecchio di 15 anni? Sorriso
_________________
"Quando gli Æsir indussero il lupo Fenrir a farsi legare alla catena Gleipnir, questi non credette che in seguito l'avrebbero lasciato andare, finché Týr non mise la sua mano nella sua bocca come pegno".
Edda in prosa
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
stefanoventurelli
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Apr 29, 2008
Messaggi: 1564

MessaggioInviato: Mer 12 Mag 2010-21:19 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

FedericoB89 ha scritto:
Lo sai che un mio amico svedese ci mescola il caffé con la lama di un Frosts vecchio di 15 anni? Sorriso


ciao Fede! era un po' che non ti sentivo! Sorriso
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
FedericoB89
Esperto Forgiatore
Esperto Forgiatore


Registrato: Feb 05, 2008
Messaggi: 2050
Località: Modena

MessaggioInviato: Mer 12 Mag 2010-21:42 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Ricordati che noi due abbiamo un progetto in itinere... e devi ancora dirmi il termine che devo dare per la sua attuazione Mi si illuminano gli occhi!
_________________
"Quando gli Æsir indussero il lupo Fenrir a farsi legare alla catena Gleipnir, questi non credette che in seguito l'avrebbero lasciato andare, finché Týr non mise la sua mano nella sua bocca come pegno".
Edda in prosa
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Maxfull
Fabbro
Fabbro


Registrato: Mar 14, 2010
Messaggi: 330

MessaggioInviato: Mer 12 Mag 2010-22:14 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Quesito interessante.
Non mi sono mai posto il problema.
Il mio Opinel presenta tutta l'ossidazione passiva possibile, ma non mi ha mai dato problemi di sorta, e la sua manutenzione mi impegna molto meno che soddisfare la moglie.
Se la moglie si scandalizza per una lama ossidata, io cambio: la moglie.

Anche il bosco umido coma la giungla non mi ha mai creato problemi, ripeto è sufficiente un minimo di pulizia della lama.
Tutto questo se lo scopo della mia uscita è quello di godermi un momento di pace e tranquillità, se fossi un esteta delle lame avrei solo inox e ben conservato nelle mie vetrinette rigorosamente con igrometro incorporato, non si sa mai...

Tu che hai recentemente riscoperto il manaresso, chiediti come facevanio i nostri nonni prima che venisse introdotto l'inox nella loro vita, semplicemente usavano un carbonioso e lo curavano.
Ora noi siamo abituati ad una vita più comoda e meno rispettosa dei nostri utensili per cui pretendiamo da essi senza dare loro la giusta attenzione.
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
FedericoB89
Esperto Forgiatore
Esperto Forgiatore


Registrato: Feb 05, 2008
Messaggi: 2050
Località: Modena

MessaggioInviato: Mer 12 Mag 2010-22:27 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Maxfull ha scritto:
Quesito interessante.
Non mi sono mai posto il problema.
Il mio Opinel presenta tutta l'ossidazione passiva possibile, ma non mi ha mai dato problemi di sorta, e la sua manutenzione mi impegna molto meno che soddisfare la moglie.
Se la moglie si scandalizza per una lama ossidata, io cambio: la moglie.

Anche il bosco umido coma la giungla non mi ha mai creato problemi, ripeto è sufficiente un minimo di pulizia della lama.
Tutto questo se lo scopo della mia uscita è quello di godermi un momento di pace e tranquillità, se fossi un esteta delle lame avrei solo inox e ben conservato nelle mie vetrinette rigorosamente con igrometro incorporato, non si sa mai...

Tu che hai recentemente riscoperto il manaresso, chiediti come facevanio i nostri nonni prima che venisse introdotto l'inox nella loro vita, semplicemente usavano un carbonioso e lo curavano.
Ora noi siamo abituati ad una vita più comoda e meno rispettosa dei nostri utensili per cui pretendiamo da essi senza dare loro la giusta attenzione.
Finalmente qualcuno che lo dice :clapping:
_________________
"Quando gli Æsir indussero il lupo Fenrir a farsi legare alla catena Gleipnir, questi non credette che in seguito l'avrebbero lasciato andare, finché Týr non mise la sua mano nella sua bocca come pegno".
Edda in prosa
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Riddick
Maestro di spade e coltelli
Maestro di spade e coltelli


Registrato: Mar 09, 2007
Messaggi: 5215
Località: Lido di Venezia

MessaggioInviato: Gio 13 Mag 2010-8:42 am    Oggetto: Rispondi con citazione

I nostri "veci "i "pomi"non li spelavano ,c'erano meno pesticidi !!!E con il coltello tagliavano il salame senza poi pulirlo e così restava unto,bei tempi andati.
Adesso c'è l'H1 e il problema è risolto ,puoi tagliare anche i sottoaceti e le sarde sotto sale !! Sorrisone
Su lame corte da utilizzare x uso alimentare ,che non richiedono doti di resilienza ,che senso ha usare un carbonioso?
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email MSN Messenger
stefanoventurelli
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Apr 29, 2008
Messaggi: 1564

MessaggioInviato: Gio 13 Mag 2010-9:59 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Maxfull ha scritto:
Quesito interessante.
Non mi sono mai posto il problema.
Il mio Opinel presenta tutta l'ossidazione passiva possibile, ma non mi ha mai dato problemi di sorta, e la sua manutenzione mi impegna molto meno che soddisfare la moglie.
Se la moglie si scandalizza per una lama ossidata, io cambio: la moglie.

Anche il bosco umido coma la giungla non mi ha mai creato problemi, ripeto è sufficiente un minimo di pulizia della lama.
Tutto questo se lo scopo della mia uscita è quello di godermi un momento di pace e tranquillità, se fossi un esteta delle lame avrei solo inox e ben conservato nelle mie vetrinette rigorosamente con igrometro incorporato, non si sa mai...

Tu che hai recentemente riscoperto il manaresso, chiediti come facevanio i nostri nonni prima che venisse introdotto l'inox nella loro vita, semplicemente usavano un carbonioso e lo curavano.
Ora noi siamo abituati ad una vita più comoda e meno rispettosa dei nostri utensili per cui pretendiamo da essi senza dare loro la giusta attenzione.


Ma io lo so come facevano i nonni! Era una domanda retorica.... Sorriso
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Maxfull
Fabbro
Fabbro


Registrato: Mar 14, 2010
Messaggi: 330

MessaggioInviato: Gio 13 Mag 2010-11:59 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Riddick ha scritto:
I nostri "veci "i "pomi"non li spelavano ,c'erano meno pesticidi !!!E con il coltello tagliavano il salame senza poi pulirlo e così restava unto,bei tempi andati.
Adesso c'è l'H1 e il problema è risolto ,puoi tagliare anche i sottoaceti e le sarde sotto sale !! Sorrisone
Su lame corte da utilizzare x uso alimentare ,che non richiedono doti di resilienza ,che senso ha usare un carbonioso?


Sai ognuno di noi parla per esperienza personale, parlo di mio nonno perchè ho conosciuto lui e non i tuoi "veci", ma mio nonno tagliava tutta la frutta e verdura con il suo coltello, magari non la pelava, ma la mela a fettine se la gustava.
Come dicevo affondo le mie radici nella mezzadria dei miei nonni che di salumi ne vedevano molti, ma solo quando li facevano e li "donavano" al "padrone" del podere che servivano.
Però quando la lama incontra questi deliziosi cibi anch'io pulisco la lama semplicemente con uno straccio senza lavarla con detergenti e acqua calda (non ho mai colto problemi di sapore) e questo ne favorisce la protezione: hai ragione.

Nessuno ha mai detto che per uso alimentare sia consigliato un carbonioso, sono convinto che un inox (e in alcuni casi la ceramica) sia meglio.
Rispondo semplicemente alla domanda di stefanoventurelli sulla sua avversione per i carboniosi dicendo che non tutti riscontrano i sui "problemi", e che un paio di generazioni fa si viveva anche senza l'inox (d'altronde non c'èra neppure la carta igienica), non che si stesse meglio, ma che si soppravviveva ugualmente.
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Riddick
Maestro di spade e coltelli
Maestro di spade e coltelli


Registrato: Mar 09, 2007
Messaggi: 5215
Località: Lido di Venezia

MessaggioInviato: Gio 13 Mag 2010-12:12 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Si ,ma xchè sopravvivere se la tecnologia ci aiuta con l'inox ,già molte cose della vita sono una m***a xchè continuare con i carboniosi ?Xtagliare i cibi e due legnetti non vanno bene gli inox?
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email MSN Messenger
martineden
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Mar 06, 2007
Messaggi: 1870
Località: Feltre (BL)

MessaggioInviato: Gio 13 Mag 2010-12:14 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Riddick ha scritto:
Si ,ma xchè sopravvivere se la tecnologia ci aiuta con l'inox ,già molte cose della vita sono una m***a xchè continuare con i carboniosi ?Xtagliare i cibi e due legnetti non vanno bene gli inox?


Sono d'accordo, questa storia dei carboniosi vs. gli inox mi sembra un pò la questione del sesso degli angeli
_________________
Se vi piace il bushcraft e le attività outdoor in generale, vi invito a visitare il mio blog http://adoricchi.blogspot.it/
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Riddick
Maestro di spade e coltelli
Maestro di spade e coltelli


Registrato: Mar 09, 2007
Messaggi: 5215
Località: Lido di Venezia

MessaggioInviato: Gio 13 Mag 2010-12:23 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Esatto ,poi ognuno fa quello che crede,ma se volete cambiare idea e passare all' inox ,venite in laguna con un carbonioso e poi capirete!!
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email MSN Messenger
Maxfull
Fabbro
Fabbro


Registrato: Mar 14, 2010
Messaggi: 330

MessaggioInviato: Gio 13 Mag 2010-13:01 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Alla domanda si può vivere senza inox io rispondo si, i nostri nonni lo facevano.
Se la domanda è in ambiente umido o corrosivo è meglio l'inox, la risposta è altrettanto positiva.
Scusate, ma non sono a conoscenza della diatriba inox vs carboniosi, ma parto dal presupposto che per ogni tipo di lavoro c'è il suo attrezzo specifico e quando non c'è ci si arrangia come si può.
Mi spiace che si voglia condurre il discorso su questi termini che mi paiono indice di ricerca dello scontro fine a se stesso.

P.S. Mi pare che il discorso sia più ampio rispetto a: l'inox è un nuovo metallo dato dalla tecnologia serviamoci sempre di questo perchè ha soppiantato nell'uso il carbonioso.
Vedi che anch'io posso cercare di distorcere le informazioni ma non farei un buon utilizzo di questo strumento divulgativo che ci viene gentilmente concesso (e della responsabilità che ne deriva), per cui vorrei invitarvi a rimanere nel seminato delle domande specifiche che ci troveranno sempre concordi nel portare esempi reali e risposte dirette.
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Maxfull
Fabbro
Fabbro


Registrato: Mar 14, 2010
Messaggi: 330

MessaggioInviato: Gio 13 Mag 2010-13:13 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

stefanoventurelli ha scritto:

Ma io lo so come facevano i nonni! Era una domanda retorica.... Sorriso


Chiedo perdono, ma non sono molto fine e la mia anzianità di forum è veramente scarsa per cui pecco di ingenuità, ma vorrei proseguire e chiedere:
Se sai già la risposta perchè poni una domanda, penso tu voglia portare avanti una tua idea?
Ti chiedo cortesemente di avanzare tale idea senza velarla da altri orpelli, in modo che possa contribuire alla crescita comune.
Se l'idea è valida mascherarla con il cazzeggio vario, la rende solo più suscettibile di attribuzione a quest'ultima categoria e mi spiacerebbe molto perdere qualcosa che mi possa aiutare a conoscere e crescere.
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Riddick
Maestro di spade e coltelli
Maestro di spade e coltelli


Registrato: Mar 09, 2007
Messaggi: 5215
Località: Lido di Venezia

MessaggioInviato: Gio 13 Mag 2010-13:15 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

"Su lame corte da utilizzare x uso alimentare ,che non richiedono doti di resilienza ,che senso ha usare un carbonioso?"
Avevo fatto solo una domanda ,ma evidentemente nessuno mi risponde.
Parlo x esperienza personale ,in ogni uscita che ho fatto ,al mare e in montagna ,con una lama da 10cm di lunghezza ,non ho mai avuto la necessità di usare un acciaio carbonioso ,le prestazioni del inox mi sono sempre sembrate migliori,con ciò non voglio dire che i carboniosi siano inutili.Un machete evidentemente lo vorrei carbonioso come pure un accetta ,ma non sono il genere di utensili che uso spesso nelle mie escursioni.I piccoli lavoretti ,cioè tagliare due rami x farmi uno spiedo ,tagliare la carene ,i salumi ,i pesce e i viveri in generale li faccio preferibilmente con un acciaio inossidabile,tant'è che anche i macellai ,i formaggiai ,i pescivendoli x una questione di igene devono usare coltelli inossidabili.
Spiegatemi xchè dovrei accontentarmi di un coltello carbonioso,sopratutto se poi il coltello in questione è un chiudibile.
Grazie ciao
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email MSN Messenger
Maxfull
Fabbro
Fabbro


Registrato: Mar 14, 2010
Messaggi: 330

MessaggioInviato: Gio 13 Mag 2010-13:22 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Maxfull ha scritto:

Nessuno ha mai detto che per uso alimentare sia consigliato un carbonioso, sono convinto che un inox (e in alcuni casi la ceramica) sia meglio.


Come vedi ti ho già dato ragione.
L'inox per i lavoretti che descivi mi sembra ottimo, parlare di quale inox sarebbe un'ulteriore passo avanti per sviscerare l'argomento.
Per cui passo alla domanda, tu quale inox usi per i lavori che hai descitto, o meglio quale vorresti usare/provare?
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
GURZO77
Fuciniere
Fuciniere


Registrato: Apr 26, 2009
Messaggi: 900
Località: CAGLIARI

MessaggioInviato: Gio 13 Mag 2010-13:28 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Riddick ha scritto:
"Su lame corte da utilizzare x uso alimentare ,che non richiedono doti di resilienza ,che senso ha usare un carbonioso?"


Infatti è un po scomodo, quando uso il mio nordico autocosrtuito
con una lima che taglia da paura in quanto carbonioso, communque poi
le devo subito asciugare ed oliare, ed ogni tanto toglierli le macchiette
di ossido, alla fine è scomodo su lame corte, meglio un D2 O UN K100
a quel punto che con il 12% di cromo e la semiinossidabilità
garantiscono un ottimo taglio ed una buona resistenza..
ma alla fine credo che la scelta finale sia solo opera del vezzo in se Sorriso
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Riddick
Maestro di spade e coltelli
Maestro di spade e coltelli


Registrato: Mar 09, 2007
Messaggi: 5215
Località: Lido di Venezia

MessaggioInviato: Gio 13 Mag 2010-13:34 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

E qui si apre un'altra porta ,negli anni ho sperimentato vari inox,sia su coltelli industriali che in quelli fatti da me ,personalmente credo che la maggior parte dei miei impieghi basterebbe un 420 o un 440A,ma è anche vero che mi trovo bene con l'H1 .
Sostanzialmente preferisco un acciaio che con due passate di diamantata tagli ,percui mi orienterei verso una tempra all'americana ,piu' bassa di HRC,ma si sa anche affilare non è facilissimo anche se sembra il contrario stando a quello che molti affermano.Quindi penso che da noi si preferiscano tempre piu' dure x dover affilare meno,io sto ,con i miei "ferri "facendo ancora delle prove.
Dimenticavo anche il 12C27 ,che vorrei provare su uno dei miei ferri ,mi pare possa andar bene.
Ciao
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email MSN Messenger
Maxfull
Fabbro
Fabbro


Registrato: Mar 14, 2010
Messaggi: 330

MessaggioInviato: Gio 13 Mag 2010-13:51 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Grazie.
ATS 34 che ne pensi?
Lo stavo prendendo in considerazione per un tascabile e non ho informazioni di prima mano sull'ATS 34.
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
stefanoventurelli
Forgiatore di Lame
Forgiatore di Lame


Registrato: Apr 29, 2008
Messaggi: 1564

MessaggioInviato: Gio 13 Mag 2010-14:06 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Maxfull ha scritto:
stefanoventurelli ha scritto:

Ma io lo so come facevano i nonni! Era una domanda retorica.... Sorriso


Chiedo perdono, ma non sono molto fine e la mia anzianità di forum è veramente scarsa per cui pecco di ingenuità, ma vorrei proseguire e chiedere:
Se sai già la risposta perchè poni una domanda, penso tu voglia portare avanti una tua idea?
Ti chiedo cortesemente di avanzare tale idea senza velarla da altri orpelli, in modo che possa contribuire alla crescita comune.
Se l'idea è valida mascherarla con il cazzeggio vario, la rende solo più suscettibile di attribuzione a quest'ultima categoria e mi spiacerebbe molto perdere qualcosa che mi possa aiutare a conoscere e crescere.


Ossignùr ! Sorriso e io che pensavo che il cazzeggio fosse l'anima di quelli che parlano di coltelli! Sorriso Che vuoi che ti dica,levo gli orpelli,le ancore e isso pure le vele! La domanda è sempre quella,nella sua ennesima versione,quella che serve a mantenere vivo il cazzeggio e a mascherarlo da cultura: meglio inox o meglio carbonioso?E da qui si dipartono le mille possibili varianti? Alla sagra della salsiccia e ai radunoni dei ciccioni che useresti per tagliare le caciotte?l'inox non ossida e non sporca,è a norma di legge perchè supera le prove di cessione,ma alcuni ritengono alcuni inox non fighi.Alle fidanzate e mogli,invece,non frega un c***o,perchè un coltello è un coltello e Luis Vitton non li fa con manici per portarli a tracolla! Sorriso Quindi,la domanda nasce per: 1) Battere Martineden. 2) Cazzeggiare (perchè io ritengo l'argomento coltelli un argomento interessante ma fortemente futile). 3) Perchè esistono,adesso (ai miei tempi no) inox con prestazioni paragonabili ad alcuni carboniosi e l'argomento porta a parlarne. 4) Crescere non so,dubito che l'argomento mi porti a crescere come intendo io,mentre sul conoscere mi trovi d'accordissimo! Ciao! Sorriso
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Riddick
Maestro di spade e coltelli
Maestro di spade e coltelli


Registrato: Mar 09, 2007
Messaggi: 5215
Località: Lido di Venezia

MessaggioInviato: Gio 13 Mag 2010-14:11 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

ATS34

A high-carbon, high-alloy, stainless steel, a Japanese copy of 154-CM, preferred because it is vacuum melted, and 154 is not. Carbon 1.05%, Manganese 0.4%, Chromium 14.0%, Molybdenum 4.0%.
ATS-34 always a good choice, has been the hottest high-end stainless in the 1990s. 154CM is the original American version, but for a long time was not manufactured in the sizes knifemakers need, and then not at all, so knifemakers switched over to ATS-34. The Crucible Company is again making high-quality 154CM, and some companies seeking to stick with American-made products are using it. ATS-34 is a Hitachi product that is very, very similar to 154CM. Normally hardened to around 59-61 Rc, it holds an edge very well and is tough enough even at that high hardness. Many custom makers and production companies use ATS-34.

Io ne ho fatti due con questo acciaio ,e poi ne ho altri custom ,quello che posso dire è che è un buon acciaio inossidabile e tiene il filo meglio del 440C,ma il 440C e i 440 in generale sono piu' inossidabili.Ci sono in rete dei test empirici ,tipo questo:
I determined the edge-holding qualities by cutting 3/8" diameter rope. To give you an example, the ATS-34 made 75 slicing cuts before not being able to cut all the way through, while the S30V made 155 cuts. For determining strength, the test blade was clamped in a vise with a protractor behind it and then was bent until it broke. ATS-34 went to 45º and S30V @ 58.5 Rc bent to 75º.

On a scale of 1-10 with 10 being the best.



Steel......... Rc hardness


Edge Retention


Strength


Stain Resistance

440C.................@ 59


4


9


10

ATS-34.............@ 61


5


8


6

BG-42...............@ 62


6


7


10

S30V.................@ 61


10


8


9

S30V.................@ 58.5


10


10


9
Come vedi sono empirici ,non scientifici.Bisognerebbe avere una macchina CATRA e lame tutte uguali e affilate uguali x poter avere un'idea precisa ,ma tant'è....!
Ciao
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email MSN Messenger
Maxfull
Fabbro
Fabbro


Registrato: Mar 14, 2010
Messaggi: 330

MessaggioInviato: Gio 13 Mag 2010-14:20 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Grazie Riddik, ma ho volutamente chiesto informazioni di prima mano, perchè delle schede tecniche mi fido poco (la storia di chiedere all'oste del suo vino) e le prove scientifiche che ho visto non valgono come l'esperienza diretta.
Per cui la curiosità rimane.
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato
Riddick
Maestro di spade e coltelli
Maestro di spade e coltelli


Registrato: Mar 09, 2007
Messaggi: 5215
Località: Lido di Venezia

MessaggioInviato: Gio 13 Mag 2010-14:30 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

In pratica taglia piu' a lungo ,ma ossida un pelo piu' veloce ,ma niente di che ,rapportato a un carbonioso è super inox.
Torna in cima
Guarda il profilo dell'utente Manda un messaggio privato Invia email MSN Messenger
Mostra prima i messaggi di:   
Inserisci un nuovo argomento   Rispondi all'argomento    Indice del forum » Test e Recensioni Tutti i fusi orari sono EET (Europa)
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti in questo forum
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum

Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group